ESCLUSIVA SN - "Dado Blucerchiato": "Mie coronarie già messe a dura prova in passato. Più cattiveria sportiva. Sulla carta viola favoriti, ma..."

Conduttore televisivo e attore teatrale. Vero cuore blucerchiato. Opinionista di lusso di Sampdorianews.net con "Il Dado Blucerchiato".
30.03.2016 08:19 di Corrado Tedeschi   Vedi letture
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport
ESCLUSIVA SN - "Dado Blucerchiato": "Mie coronarie già messe a dura prova in passato. Più cattiveria sportiva. Sulla carta viola favoriti, ma..."

Uno come me, cresciuto con una Sampdoria che lottava regolarmente per non retrocedere, è abituato ad una situazione come quella attuale, le mie coronarie sono state già messe a dura prova in passato. Inutile che ci nascondiamo dietro a un dito, stiamo lottando per quello. Per usare una battuta, piuttosto che fare un campionato anonimo da centroclassifica, ne preferiamo uno con il "giallo".

Sinceramente comunque questa posizione di classifica non me la sarei aspettata ad inizio anno, continuo a sostenere che la squadra, specialmente dopo il mercato di gennaio, è molto buona. Abbiamo fatto un acquisto validissimo come Quagliarella, il quale, secondo me, vale Eder, Sala, Ranocchia in netto miglioramento, e Alvarez che mi piace molto. Siamo una bellissima squadra, ma dobbiamo cambiare completamente mentalità. A giocare bene penseremo l'anno prossimo, adesso bisogna fare assolutamente punti.

Domenica andiamo a Firenze e noi in genere ci esprimiamo molto bene contro squadre che giocano al calcio come appunto la Fiorentina. Invece contro avversari come il Chievo che non ti fanno giocare, ti costringono a fare falli, a subirli sporcando molto la partita, andiamo molto più in difficoltà. Sulla carta sono molto favoriti i viola, ma potrebbe rivelarsi per noi una sfida più abbordabile rispetto a quella coi veronesi, potrebbe essere la partita giusta per il riscatto. E' stata una sconfitta che ci ha riportato coi piedi per terra, pensavamo di essere già tranquilli e invece non è così.

Io difenderò sempre i nostri giocatori, ma se proprio dovessi fare una critica, allora direi che sono troppo gentili. Ho visto troppi ragazzi fermarsi, chiedere scusa all'avversario solo per una spintarella, mentre quelli del Chievo non aspettavano altro che buttarsi per terra. In questo particolare momento servirebbe un po' meno gentilezza, ci vuole più cattiveria sportiva. Auspicabile  un cambio di mentalità come dicevo, altrimenti con questo atteggiamento si rischia grosso, con la gentilezza si retrocede. Riusciremo anche a giocare bene più avanti, Montella è un esteta del calcio e questa Fiorentina che gioca così bene è figlia sua. Il calendario non è dei migliori, le ultime due giornate non saranno delle passeggiate.

Se in questo momento dovessi scegliere un leader direi Quagliarella. Appena arrivato si è messo al servizio della squadra con una grinta e una voglia invidiabile. Dovrebbero essere un po' tutti come lui. Mi aspetto sempre molto da Correa, credo che a questo punto meriti di giocare. Un plauso va sempre alla tifoseria, autentico dodicesimo uomo, il resto lo vedremo alla fine del campionato.

© foto di Sampdorianews.net