Non è mai troppo tardi. Auguri a Corrado Colombo

03.08.2012 08:15 di Serena Timossi  articolo letto 1935 volte
© foto di Gianluigi Rossi
Non è mai troppo tardi. Auguri a Corrado Colombo

La pagina dell'almanacco della Samp che andiamo a sfogliare oggi riguarda uno degli attaccanti meno prolifici dell'ultimo decennio blucerchiato, approdato a Genova nella stagione 2002/2003 e autore di appena tre reti nell'arco della sua esperienza nella città della Lanterna.

Corrado Colombo si affaccia al mondo del calcio nelle giovanili dell'Atalanta, con cui esordisce in serie B nella stagione '98-'99, per poi essere ceduto alla Pistoiese l'anno seguente; 26 presenze e due reti destano l'attenzione dell'Inter, con cui collezionerà un solo gettone in campionato e segnerà una rete in Coppa Uefa, prima di cambiare nuovamente maglia, vestendo la casacca del Torino e, nel 2001, nuovamente quella dell'Atalanta.

La Samp lo acquista dagli orobici nella stagione 2002/2003, quella della promozione in serie A targata Garrone-Marotta-Novellino. Dopo un inizio stentato, Colombo migliora il suo rendimento nella parte finale del campionato, anche se il feeling con il goal non è dei migliori. La società blucerchiata decide quindi di cederlo in prestito negli anni seguenti a Piacenza, Livorno e Ascoli. Proprio dopo aver trascorso alcuni mesi in bianconero, l'attaccante ha una nuova chance di mettersi in luce in blucerchiato, complici gli infortuni di Bazzani e Bonazzoli che falcidiano il reparto avanzato. Tuttavia, Colombo continua a non convincere, probabilmente anche condizionato da una forma fisica non ottimale dovuta allo scarso utilizzo ad Ascoli.

Nessun goal al termine del campionato e conseguente nuova partenza, destinazione Brescia. I cambi di maglia continuano con frequenza annuale: Spezia, Pisa, Bari, Verona e nuovamente Spezia costituiscono le tappe degli anni seguenti, in cui il giocatore originario di Vimercate non riesce a trovare continuità. Nel 2011 la Pistoiese, militante in serie D, punta su di lui, ma il rapporto si rivela di breve durata: la rescissione del contratto avviene appena tre mesi dopo l'inizio dell'avventura in arancione.

Con la maglia del Tuttocuoio, in serie D, Colombo ha raggiunto per la prima volta la doppia cifra nella stagione 2011/2012, segnando 12 reti in sei mesi. Peccato che il suo score alla Samp sia stato ben più misero, tanto da far dichiarare allo stesso attaccante, in un'intervista di alcuni anni fa, che l'esperienza a Genova gli aveva lasciato "l'amaro in bocca". Passata la trentina, Colombo ha continuato comunque con spirito ed entusiasmo il suo percorso, senza dimenticare che non è mai troppo tardi per provare la gioia di vedersi più spesso sul tabellino dei marcatori.