ESCLUSIVA SN - Una notte da 10, Volpi: "Da sempre se hai bisogno puoi contare su Francesco. Incasso al Gaslini un'iniziativa di gran cuore"

27.05.2019 18:14 di Diego Anelli   Vedi letture
ESCLUSIVA SN - Una notte da 10, Volpi: "Da sempre se hai bisogno puoi contare su Francesco. Incasso al Gaslini un'iniziativa di gran cuore"

E' ormai scattato il countdown verso uno degli eventi più attesi dall'intera tifoseria blucerchiata, Una notte da 10, in programma venerdì 31 maggio alla Sciorba. Saranno numerosi gli ex giocatori blucerchiati che parteciperanno alla partita d'addio al calcio di Francesco Flachi davanti alla sua gente. Sampdorianews.net, uno dei partner ufficiali dell'evento, ha il piacere di intervistare in esclusiva Sergio Volpi, con il quale abbiamo approfondito i valori, i sentimenti e le finalità di una serata che si preannuncia indimenticabile per ognuno di noi:

Sergio, tra pochi giorni potremo condividere un evento atteso ormai da tanti anni. “Sono davvero felice per Francesco, so quanto ci teneva, è giusto che possa salutare il mondo Sampdoria come ha sempre voluto, è giusto così, è stata fin troppo l'attesa per questo evento, poteva benissimo starci in precedenza”.

Il tuo rapporto con Francesco è rimasto solido nonostante il passare degli anni. “Ho conosciuto Francesco ai tempi di Bari, eravamo due ragazzini in un gruppo capace di riportare i pugliesi nella massima serie. Ci siamo ritrovati a Genova, appena sono arrivato gli ho chiesto una mano al di fuori del campo e non ci ha pensato una frazione di secondo a farsi in quattro. E' sempre stato un ragazzo che se può ti dà tutto quello che ha, in ogni momento fa sentire la propria presenza, se hai bisogno sai che puoi contare su di lui. Tra noi c'è sempre stato un bel rapporto che prosegue tuttora”.

La vostra generazione ha rappresentato un ricordo indelebile in ogni tifoso, non soltanto per qualità, ma per il rapporto di amore nei confronti di una maglia e gli attributi mai mancati nelle difficoltà. “Sono cambiati i tempi, è cambiato il calcio e tante cose intorno al movimento, difficilmente si ritrovano calciatori che restano per tanti anni nella stessa squadra. Il nostro era un grande gruppo che fu capace di raggiungere determinati obiettivi. Assieme a molti altri ragazzi sono arrivato nel 2002 per aprire un nuovo ciclo alla Samp durante l'era del Presidente Riccardo Garrone che aveva comprato la società pochi mesi prima. In quel periodo erano cambiati molti calciatori e molte persone all'interno del club, tutti quanti remavamo sempre nella stessa direzione, il nostro obiettivo era riportare la Sampdoria dove merita e si trova ancora oggi”.

L'incasso devoluto all'Ospedale Gaslini rappresenta un motivo di grande orgoglio che evidenzia ulteriormente lo spessore di Francesco. “Oltre a ringraziare Francesco per tutto quello che ha fatto per i colori blucerchiati, sarà un'occasione speciale dato che l'incasso andrà tutto devoluto all'Ospedale Gaslini, spero possa venire tanta gente per poter aiutare una struttura che ho avuto la fortuna di conoscere durante le mie visite negli anni trascorsi a Genova. Fondamentale aiutare le persone che curano i bambini, è un'iniziativa di gran cuore, non avevo alcun dubbio che anche in una serata simile Francesco si ricordasse di chi ha davvero bisogno”.

RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE SAMPDORIANEWS.NET