Troppi errori in difesa, Quagliarella solitario, Candreva jolly nelle mani di Ranieri

07.11.2020 17:30 di Lidia Vivaldi   Vedi letture
Troppi errori in difesa, Quagliarella solitario, Candreva jolly nelle mani di Ranieri
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Audero 6 - Intuisce l'angolo di tiro di Joao Pedro ma non riesce ad intercettare il pallone. Non può far molto sui contropiedi velenosi del Cagliari.

Bereszynski 5,5 - Nella prima parte di gara è schierato sul suo settore e si esprime sui suoi livelli abituali. Dopo l'espulsione di Augello va a tamponare la corsia di sinistra ma non è altrettanto pulito.

Tonelli 5 - Commette due errori che costano carissimi: il disimpegno su Augello sul quale si avventa Nandez e il fallo di ostruzione che viene punito dall'arbitro con un rigore piuttosto generoso. Macchia una prestazione tutto sommato sufficiente.

Yoshida 5,5 - Appare più concentrato del compagno, ma ha qualche responsabilità in occasione del contropiede che vale il 2-0 dei sardi.

Augello 5 - Fino all'espulsione la sua era stata la solita prestazione generosa fatta di corsa e cross. Nel momento in cui Tonelli appoggia all'indietro si accorge troppo tardi di avere l'avversario in pressing e fa la cosa più sbagliata possibile.

Candreva 5,5 - E' il jolly nelle mani di Ranieri che lo sposta all'occorrenza. A inizio gara fa il suo per catalizzare la manovra offensiva, dopo l'espulsione di Augello finisce invece a fare il terzino, ma non è esattamente la sua posizione ideale e lo si nota in occasione del gol di Nandez.

Dall'82' Verre n.g. - Tra i sostituti entrati nella ripresa è quello che ha il migliore impatto, ma ha anche poco tempo per riuscire a risollevare le sorti della gara.

Thorsby 6 - Fa legna a centrocampo, coprendo molto gli spazi, tuttavia nell'azione del 2-0 anche la sua marcatura di Simeone appare un po' troppo leggera. 

Ekdal 5,5 - Nel primo tempo riesce ad esprimersi sui suoi livelli, dettando i tempi di gioco in mediana, ma anche lui soffre l'inferiorità numerica che obbliga i blucerchiati a giocare sempre con la marcatura stretta degli avversari.

Dal 77' Silva n.g. - Entra quando la gara è ormai in mano al Cagliari.

Jankto 5,5 - Parte a sinistra, nel suo ruolo classico, poi viene spostato sul fronte opposto ed è quasi più a suo agio. Si inventa qualche giocata interessante ma cè poco feeling con Quagliarella.

Dal 77' s.t.: Léris n.g. - Il suo ingresso non cambia il passo del centrocampo doriano che continua a faticare a costruire la manovra offensiva.

Ramirez 5 - Non appare sempre sintonizzato sulle frequenze della partita. Fa sentire la sua presenza più nei duelli fisici che nella costruzione del gioco. Forse avrebbe bisogno di qualche minuto in più ma l'espulsione impone un cambio.

Dal 43' Damsgaard 6 - L'unica luce nel pomeriggio cagliaritano, il suo ingresso sembra poter dare alla Samp quel guizzo che era mancato nelle battute iniziali. Sfodera qualche giocata sopraffina ma la collaborazione dei compagni spesso non è soddisfacente.

Quagliarella 5,5 - Poco servito nel primo tempo, dopo che la squadra passa 4-4-1 è ancora più isolato e le sporadiche iniziative costruite nella ripresa non riescono a concretizzarsi.

Dal 76' La Gumina n.g. - Nelle sporadiche occasioni in cui la Samp riesce a farsi vedere in avanti il Cagliari chiude bene lo spazio per i suoi inserimenti.