Murru dà vigore alla manovra. Ekdal gestisce, Gabbiadini implacabile su punizione

24.11.2019 20:17 di Matteo Romano   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Murru dà vigore alla manovra. Ekdal gestisce, Gabbiadini implacabile su punizione

Audero 6: Incolpevole sui gol dell'Udinese, da quello annullato al pronti via, a quello dello 0-1 di Nestorovski. Una presa poco efficace sul tiro di Pussetto al minuto 88 della ripresa mette un po' di apprensione ai tifosi.

Depaoli 6: Parte contratto, forse la posizione arretrata non gli permette di sfruttare le sue doti da maratoneta. Si fa male a metà della prima frazione, aggiungendosi al collega di ruolo Bereszynski.

Dal 37' p.t. Thorsby 6: Pronti via e sbaglia un cross semplice. Nella ripresa sale di tono e gestisce la fascia con sicurezza, non rischiando in fase difensiva e proponendosi in fase di attacco.

Ferrari 6: Sicuro al centro della difesa. L'ex Bologna è ormai un punto fermo della difesa di Ranieri.

Colley 6: Inizia il match con qualche apprensione, patendo il dinamismo di Nestorovski. Si riscatta nel corso della partita con una prestazione sicura. Dopo un inizio di campionato complicato, il gambiano sembra aver finalmente ingranato, riprendendo uno stato di forma e garantendo delle prestazioni in linea con quelle dell'anno passato.

Murru 6,5: Tra i più in forma nel primo tempo, dove prova spesso a sfruttare l'accentramento di Jankto per andare sul fondo. Si trova di fronte Opoku che spesso gli sbarra la strada con la sua fisicità. Nella ripresa continua nella sua costante spinta offensiva. Dai suoi piedi il cross che porta al rigore della vittoria.

Bertolacci 5: Perde una palla sanguinosa che provoca la rete del vantaggio bianconero. Su un allungo si infortuna. Giornata no per l'ex Milan.

Dal 43' p.t. Linetty 6: Rientro in campo per il polacco. Dopo un inizio di campionato condizionato dall'infortunio il centrocampista blucerchiato riprende il suo ruolo a fianco di Ekdal. Prova anche la conclusione, dimostrando carattere. Forma fisica da affinare.

Ekdal 6,5:  Le fatiche con la sua nazionale non sembrano pesare al centrocampista svedese. Sempre sicuro di sé: un garanzia.

Jankto 6: Grande corsa e abnegazione. Come ex avrebbe voglia di spaccare la partita. Non sempre la sua generosità garantisce azioni offensive pericolose. Ormai affinata l'intesa con Murru, sia nella fase difensiva che in quella d'attacco.

 Ramirez 7,5: Nel primo tempo ispira le azioni offensive blucerchiate, anche in una zona di campo a lui inusuale. Nella ripresa sale in cattedra gestendo la manovra. Freddo nel battere il rigore che regala i tre punti.

Quagliarella 6: Molto movimento per il capitano blucerchiato, quest'oggi più attivo sul fronte offensivo. Subisce il fallo da rigore che ci permette di conquistare i tre punti.

Dal 33's.t. Caprari s.v.: Avrebbe sui piedi la palla del 3-1 ma si fa ipnotizzare da Musso.

 Gabbiadini 6: Non pervenuto per larga parte del primo tempo. Poi inventa la parabola dell1-1. Rinfrancato dalla rete, nella ripresa si muove sul fronte offensivo per cercare il raddoppio. Sul finire del secondo tempo Musso gli nega la gioia della rete con una deviazione decisiva su calcio da fermo.

 All. Ranieri 6,5: Il Normal One coglie il suo secondo successo stagionale. Una squadra ben messa in campo, attenta e di carattere. Da affinare ancora la fase offensiva, anche se oggi si è vista una parvenza di gioco, con giro palla efficace e verticalizzazioni offensive. La strada è lunga, come cantano i tifosi della Samp, ma il tracciato è quello giusto da seguire.