Con Colley non si passa, Ekdal ordinato, Jankto macina chilometri

02.07.2020 00:03 di Emanuele Massa   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Con Colley non si passa, Ekdal ordinato, Jankto macina chilometri

Audero 6: sicuro, due buoni interventi: uno su Meccariello nel primo tempo, l'altro su Barak nel finale. Ancora una volta niente da fare sul rigore

Bereszynski 6: prestazione attenta impreziosita da alcuni recuperi importanti

Yoshida 6: questa sera Dzeko non c'è e si vede. Ritrova la consueta eleganza alla guida del pacchetto arretrato

Colley 6.5: quando è in palla, dalle sue parti non si passa. Vince praticamente tutti i duelli, anche nel secondo tempo con un cliente più fisico come Babacar

Augello 7: schierato titolare da Ranieri dopo il buon impatto a partita in corso contro il Bologna, il terzino milanese conferma l'ottimo momento di forma. Spinta costante sulla sinistra che porta spesso a pregevoli cross in area (dal 76' Murru 6: tiene bene nel finale, ma il cambio rimessa a pochissimo dal termine è da far impazzire).

Depaoli 6: nella prima frazione si vede poco, con il gioco che passa di più dalla fascia opposta. Cresce nella ripresa, fungendo da attaccante aggiunto nel finale e guadagnando soprattutto il rigore decisivo

Thorsby 5.5: l'impegno e il sudore non mancano mai, ma questa sera è davvero troppo irruento. Già nel primo tempo rischia consegnando un pallone a Donati in area blucerchiata, nella ripresa causa il rigore intervenendo sì sul pallone, ma in maniera scomposta.

Ekdal 6: non è ancora quello della scorsa stagione, ma conferisce ordine alla mediana (dal 76' Vieira 6: prezioso nel finale)

Jankto 6.5: buona prestazione del ceco, soprattutto nel primo tempo si gioca prevalentemente sulla sua fascia. Macina chilometri e corre moltissimo, tant'è che esce sfinito per i crampi (dall'84' Leris s.v.)

Ramirez 7: indispensabile per questa squadra. Non giocherà una partita sontuosa, ma spesso le azioni pericolose partono da una sua serpentina o un'altra sua giocata. Si merita mezzo voto in più per la freddezza: segnare due rigori in una partita come questa (anche se il primo con un po' di fortuna) non è cosa da tutti

Bonazzoli 5.5: rischia subito con il contrasto a terra con Donati, involontario o meno poteva costarci molto caro . Si fa vedere con una conclusione parata da Gabriel e una rovesciata tentata. (dal 46' Gabbiadini 6: non molto incisivo, solo una conclusione verso Gabriel. Nel finale prova comunque a tenere su la squadra)

Ranieri 6.5: forse per la prima volta il mister aveva dovuto subire qualche critica nelle ultime settimane per qualche scelta, sia tattica che riguardante gli interpreti scelti o le sostituzioni. Questa sera mette in campo una squadra solida, un 4-4-1-1 che bada prima a non prenderle ma non disdegna sortite offensive. Bene i cambi. La squadra continua a fare fatica a concretizzare, ma lui sembra avere in pugno la situazione. Le vere partite chiave (Spal, Genoa, Torino, Udinese e Lecce) sono state portate a casa, e questo non può essere che un merito.