Audero incolpevole, Augello ha perso fiducia, Thorsby imprescindibile

13.12.2020 17:19 di Emanuele Massa   vedi letture
Audero incolpevole, Augello ha perso fiducia, Thorsby imprescindibile
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Audero 6: nel primo tempo si deve sporcare i guanti solo su una conclusione da fuori di Insigne. Nella ripresa incolpevole sui gol.

Ferrari 6: onesta partita nella posizione di terzino destro, non fa rimpiangere Bereszynski.

Yoshida 5,5: nel primo tempo non sbaglia praticamente nulla, nella ripresa la difesa blucerchiata viene presa d'assalto e balla come il resto del reparto.

Colley 5,5: come il compagno di reparto bene fino al 45', poi cominciano i guai. Si fa sovrastare da Petagna in occasione del vantaggio partenopeo.

Augello 5: dopo l'espulsione di Cagliari sembra aver perso fiducia. Qualche bella giocata sulla fascia nel primo tempo, nel secondo cala e soprattutto si fa superare in velocità da Lozano sul 2-1 del Napoli.

Candreva 5,5: quando accelera sulla destra si ha sempre l'impressione possa fare male, la qualità non si discute. Da parte sua però oggi poca concretezza e qualche giocata tentata di troppo, inoltre talvolta non è chiara la posizione occupata in campo, spesso più accentrata. Si fa soffiare il pallone da Insigne in occasione del pareggio azzurro.

Ekdal 6: solita prestazione solida dello svedese, nel primo tempo cerniera fondamentale in mezzo al campo, nella ripresa trova più difficoltà ma cerca di mantenere lucidità. Costretto a spendere un'ammonizione per una palla persa da Jankto

Thorsby 6.5: allo stato attuale è un giocatore imprescindibile per questa squadra, sia dal punto di vista tattico che agonistico. Difficile che sbagli una partita, anche oggi è ovunque nella prima frazione e uno degli ultimi ad arrendersi nella seconda. Diffidato e ammonito, salterà Verona.

Jankto 6.5: il mezzo voto in più è per la freddezza con cui realizza il gol del momentaneo vantaggio. Si propone diverse volte nella prima frazione, mentre nel secondo tempo cala come il resto della squadra (dal 79' Damsgaard s.v.)

Verre 6: si guadagna la sufficienza con l'illuminante assist a Jankto per il vantaggio blucerchiato. Qualche contropiede nel primo tempo poteva essere sfruttato meglio (dal 64' Ramirez 5: si fa notare soltanto per il momento di nervosismo che gli costa l'ammonizione. Quanto manca il vero Ramirez a questa squadra)

Quagliarella 5: piange il cuore a dover dare questo voto al Capitano. Con questo modulo è chiaro che non riesce a contribuire alla produzione offensiva della squadra. L'impegno non manca mai, ma dà la sensazione di correre a vuoto.

Ranieri 5.5: è chiaro che i punti non vanno presi a Napoli, ma questa squadra continua a giocare solo un tempo. Le scelte offensive sono ridotte con Gabbiadini e Keita fuori causa, ma va comunque fatto qualcosa in più a prescindere dalle carenze in rosa (terzini di riserva e attaccante di peso). Quagliarella è troppo solo, la squadra sembra fragile psicologicamente, soprattutto quando va in vantaggio. Ora sfide più alla portata per provare a risalire: il Mister ha già dimostrato di avere le chiavi giuste per farci ripartire.