La consacrazione di un talento. Auguri a Dennis Praet

 di Serena Timossi Twitter:   articolo letto 1029 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
La consacrazione di un talento. Auguri a Dennis Praet

E’ indiscutibilmente uno dei gioielli blucerchiati, cresciuto esponenzialmente nel corso della stagione che volge al termine. Dennis Praet festeggia oggi il suo ventiquattresimo compleanno, consapevole che l’esperienza immagazzinata nel corso di questi due anni sotto la Lanterna gli ha consentito di maturare e affinare le sue qualità.

Il centrocampista belga è nel mirino di grandi club, ma le sue recenti dichiarazioni ne hanno messo in luce la maturità: “Sogno di arrivare il più in alto possibile, in una grande squadra. Il mio processo di crescita però deve essere graduale, senza forzature. Per questo dall’Anderlecht ho scelto la Samp: andare in un top club mi avrebbe costretto a fare tanta panchina e invece io ho bisogno di giocare". Un punto di vista sincero e lucido sul proprio futuro, per non rischiare di bruciare le tappe staccando il biglietto per il treno dei desideri per poi ritrovarsi soltanto ad ammirare il paesaggio dal finestrino, senza poter scendere e raggiungere la meta agognata.

Amante dei viaggi, perfezionista, instancabile e molto esigente con se stesso, anche di fronte a prestazioni positive, Praet è un giocatore polivalente, che abbiamo visto all’opera sia nei tre del centrocampo di Giampaolo sia, all’occorrenza, sulla trequarti. Rapido, tecnico, capace di aggredire gli spazi e di dare supporto alla fase offensiva, ma nel contempo anche di dare sostanza in mezzo al campo, ha saputo conquistare i tifosi e il proprio mister che, dopo averlo inserito gradualmente la scorsa stagione, quest’anno ha puntato molto su di lui, rendendolo pedina fondamentale sul proprio scacchiere.

Ventiquattro anni, dunque, e un futuro tutto da scrivere, che la tifoseria della Samp si augura possa essere ancora tinto di blucerchiato. Resistere alle sirene di mercato non sarà semplice e le plusvalenze sono fondamentali per una società del calibro della Samp per avere un futuro economicamente sereno, però sognare non costa nulla. E sognare di godersi ancora per una stagione le giocate di Dennis Praet è più che comprensibile.