L'ombra del gigante. Auguri a Lucas Torreira

 di Serena Timossi Twitter:   articolo letto 1408 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
L'ombra del gigante. Auguri a Lucas Torreira

Un articolo d'auguri rischia sempre di essere scontato, perché è facile cadere nella trappola della retorica e degli elogi. Eppure, esimersi dall'elogiare Lucas Torreira è un'impresa impossibile: il giocatore blucerchiato è uno dei più talentuosi centrocampisti del panorama calcistico attuale, tanto da avere richiamato l'attenzione di alcuni tra i più importanti club europei.

Un concentrato di polivalenza, capace di contrastare con grinta ed efficacia e di fare respirare la squadra guadagnando falli preziosi. Le statistiche sono inequivocabili: è primo nella classifica palle recuperate della Serie A (139, seguito da Koulibaly a quota 109) e al vertice anche per quanto riguarda i falli subiti (61). Le sue qualità lo rendono praticamente insostituibile, tanto che per via della diffida che pesa su di lui è stato ipotizzato di concedergli un turno di riposo per averlo a disposizione per l'ostico match con il Milan.

Torreira viene “dalla fame e dalla polvere” – come ha dichiarato pochi giorni fa – e fin da bambino ha manifestato il suo amore per il calcio, sognando di riuscire a sfondare. Dopo aver mosso i primi passi nelle giovanili del Montevideo Wonderers, ha lasciato l'Uruguay per volare in Italia, vestendo la maglia del Pescara. Oddo, all'epoca tecnico degli abruzzesi, ebbe un'intuizione capace di deviarne il corso della carriera: cambiargli ruolo, trasformandolo da attaccante a centrocampista. Nel 2016 è la Samp a credere in lui, prima di tutti, battendo sul tempo le potenziali concorrenti.

Le due stagioni in blucerchiato sono state un crescendo: Giampaolo ne ha da subito intuito il potenziale e l'uruguayano lo ha ripagato nel miglior modo possibile. Quest'anno, oltre alle consuete partite di sostanza e qualità, in un alternarsi di spada e fioretto, cattiveria agonistica e visuale di gioco, ha realizzato delle splendide reti, autentiche prodezze.

Purtroppo la Samp rischia di perderlo la prossima estate, per via della clausola rescissoria e delle attenzioni sempre più insistenti da parte di altri club, ma ciò che conta è il presente e l'ombra che il piccolo Torreira proietta in campo è quella di un gigante.