ESCLUSIVA SN - Dg Vis Pesaro: "Obiettivo cantera Samp. Ivan non è pienamente convinto, Krapikas pista chiusa, Hadziosmanovic preferito a Tomic"

04.08.2018 14:47 di Diego Anelli   Vedi letture
© foto di Image Sport
ESCLUSIVA SN - Dg Vis Pesaro: "Obiettivo cantera Samp. Ivan non è pienamente convinto, Krapikas pista chiusa, Hadziosmanovic preferito a Tomic"

La sinergia tecnica con la Vis Pesaro ha consentito alla Sampdoria di creare un importante asse di mercato e una preziosa collaborazione in termini di settore giovanile. Sono molti i ragazzi di proprietà blucerchiata arrivati recentemente nel club marchigiano e la presenza in città del Presidente Ferrero ha entusiasmato in piazza oltre 700 sostenitori. Sampdorianews.net ha avuto il piacere di intervistare in esclusiva il Dg Vlado Borozan, il quale ha analizzato ogni aspetto di una collaborazione che non poteva iniziare in modo migliore:

Direttore, come sta procedendo il ritiro? “Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto in preparazione, tutto sta procedendo al meglio, tutti i nuovi ragazzi si stanno integrando al meglio, si sta respirando una gran bella atmosfera”.

Per il ritorno in terza serie dopo tredici anni si è deciso di affidare la guida tecnica a Leonardo Colucci, uno tra i profili emergenti e destinatari di numerosi complimenti dagli addetti ai lavori, tra i quali mister Giampaolo. “La scelta di affidare la guida tecnica a Leonardo Colucci è stata condivisa da entrambe le dirigenze, il mister vanta un rapporto consolidato con Giampaolo. L'idea era quella di garantire un tipo di conduzione tecnica identica a quella della Sampdoria per consentire ai tanti ragazzi arrivati a Pesaro di mantenere il medesimo metodo di lavoro e la stessa preparazione tecnico – tattica. L'obiettivo è creare una sorta di cantera della Sampdoria in un campionato difficile come quello di serie C, nel quale i ragazzi avranno modo di farsi valere e potersi integrare un giorno nel miglior modo possibile nell'organico blucerchiato”.

Balde, Gabbani, Pastor, Romei, Cuomo, Di Nardo, Tessiore, Hadziosmanovic. Tra loro c'è qualcuno in particolare sul quale si sono concentrate le vostre attese? “Alla Vis Pesaro ogni ragazzo arrivato dalla Sampdoria avrà modo di compiere un ulteriore salto di qualità, dimostrare il proprio valore, puntiamo a dare un target di crescita ad ognuno di loro. Non abbiamo alcuna fretta, avranno bisogno di tempo per proseguire il rispettivo percorso di maturazione, da parte nostra riceveranno sostegno e tranquillità in un passo importante a livello di carriera per diventare calciatori veri. Uno step destinato a non avvenire necessariamente nell'immediato, a tutti viene data la possibilità di fare bene e intraprendere un certo tipo di percorso, tutti coloro che hanno accettato la destinazione riceveranno questa opportunità, poi sarà come sempre il campo a dare verdetti”.

Dalla Genova Blucerchiata è in arrivo qualche altro rinforzo? “In questo momento il nostro mercato può considerarsi concluso, siamo convinti di aver costruito una rosa competitiva, ovviamente resteremo vigili nel caso in cui si dovessero presentare opportunità meritevoli. Siamo in attesa della decisione che prenderà David Ivan, uno dei nostri primi obiettivi ma finora non pienamente convinto, attendiamo di capire cosa vorrà fare il ragazzo. Da noi serve gente convinta del progetto, abbiamo una piazza con un passato importante e una tifoseria calorosa, la società è ambiziosa e determinata a far bene. Krapikas è una pista chiusa, assieme al proprio entourage ha preferito fare altre esperienze e noi rispettiamo la sua decisione. Tomic è stato da noi seguito, alla fine però abbiamo scelto Hadziosmanovic per la sua duttilità tattica, preferivamo non avere sovraffollamento in quel ruolo essendoci anche Romei in quel ruolo e pertanto abbiamo scartato questa ipotesi”.

Oltre 700 tifosi hanno dedicato cori e applausi al Presidente Ferrero. “Ferrero suscita entusiasmo ovunque vada, la città e la tifoseria di Pesaro gli sono grati per la possibilità che ha dato alla nostra piazza calcistica di compiere un'ulteriore crescita e lo ringraziamo per averci onorato della sua presenza in piazza. Tutti i lati della collaborazione ci stanno soddisfando in pieno. Tale progetto parte da un'idea comune che si è concretizzata in tempi molto rapidi, in una ventina di giorni, grazie ai rapporti consolidati tra le rispettive dirigenze. I Ds Osti e Crespini si conoscono da trent'anni, personalmente ho avuto modo di lavorare con Osti, Romei e Sabatini nel corso degli ultimi quindici anni avendo svolto per molto tempo la professione di agente. I rapporti umani hanno consentito di sbrigare in pochi minuti anche situazioni più complesse”.

RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE SAMPDORIANEWS.NET