ESCLUSIVA SN - Dal Brasile, Zago: "Tavares buona tecnica e invidiabile corsa, dovrà lavorare sulla parte difensiva. Samp più in alto se Sabatini potrà lavorare"

19.07.2018 00:12 di Diego Anelli   Vedi letture
ESCLUSIVA SN - Dal Brasile, Zago: "Tavares buona tecnica e invidiabile corsa, dovrà lavorare sulla parte difensiva. Samp più in alto se Sabatini potrà lavorare"

Da alcuni anni la Sampdoria convive a sinistra con una carenza nel ruolo di esterno basso. Ci si augura che l'arrivo del promettente Junior Tavares possa fornire un importante contributo nell'innalzare il tasso qualitativo e la percentuale di cross riusciti, mantenendo al tempo stesso il giusto equilibrio dei reparti. Per conoscere al meglio le caratteristiche del terzino brasiliano e analizzare il colpaccio Sabatini, Sampdorianews.net ha avuto il piacere di intervistare in esclusiva direttamente dal Brasile Antonio Carlos Zago, per quattro anni difensore della Roma con la quale ha vinto lo scudetto nel 2001 e reduce dall'esperienza come tecnico della Juventude:

“L'esperienza insegna che la serie A è un campionato molto tattico, si insiste sul posizionamento in campo del singolo giocatore e sui movimenti in sintonia con l'intero reparto. Chi proviene da altri campionati, soprattutto sudamericani, arriva con un diverso bagaglio, concentrato sulla parte tecnica”.

Sono risapute le caratteristiche più diffuse del tipico difensore brasiliano. Con Tavares quale profilo di esterno basso dobbiamo attenderci? “Partiamo dalla premessa che tutti i difensori brasiliani, in primis chi agisce sulle corsie esterne, non smettono mai di migliorare, perfino campioni del livello di Dani Alves e Marcelo hanno dovuto crescere e completarsi con il passare degli anni. Ho visto Tavares dal vivo in diverse occasioni, si tratta di un giovane di prospettiva, più propenso alla fase di spinta, è dotato di buona tecnica e invidiabile corsa, caratteristiche messe in evidenza sia al Gremio che al San Paolo. Rispetto a terzini di altre nazionalità Tavares dovrà lavorare sulla fase difensiva, avrà bisogno di un po' di tempo, nel quale mi auguro possa avere la giusta concentrazione. Chi esce dal Brasile deve essere sempre accompagnato dall'intelligenza di andare ad imparare calcisticamente parlando nel nuovo Paese, oltre che ambientarsi con il nuovo stile di vita, la lingua, la cultura e trovare una buona intesa con i compagni. Se la Sampdoria ha deciso di portarlo in Italia significa che hanno individuato in lui queste caratteristiche, poi mi fido di Sabatini, sempre in prima fila nel portare nella vostra serie A brasiliani di importanti qualità”.

Finora la Sampdoria ha messo a segno il colpo più prestigioso a livello dirigenziale, piazzando il colpaccio Sabatini, una persona e un professionista che ha avuto il piacere di conoscere nell'esperienza nella capitale: “Abbiamo condiviso un anno alla Roma, avevo già appeso gli scarpini al chiodo, ricoprivo il ruolo di assistente di Zdenek Zeman. Ho grandi ricordi di Sabatini, una persona fantastica che ha svolto un grosso lavoro in giallorosso. Nutro nei suoi confronti una grandissima stima, abbiamo impiegato ben poco tempo ad instaurare un bel rapporto. Ancora oggi la Roma sfrutta e ricava benefici dalla sua gestione. Il Direttore ha dimostrato di saper leggere il mercato come ben pochi altri colleghi, senz'altro uno dei migliori a livello europeo. Si muove alla grande nel mercato sudamericano, ha allacciato numerosi contatti, soprattutto in Brasile. Se potrà lavorare sono convinto che Sabatini porterà la Sampdoria più in alto”.

Ha avuto modo di restare aggiornato con le vicende della nostra serie A? “Qui in Brasile il campionato italiano è quello che seguo più assiduamente, dal punto di vista tecnico non è più quello di diversi anni fa, ma tatticamente è la realtà dalla quale si impara maggiormente. La Sampdoria è reduce da un buon campionato e sono convinto che con il lavoro di Sabatini possa compiere un ulteriore salto in avanti. Con la sua presenza il sottoscritto seguirà con piacere il cammino dei blucerchiati”.

RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE SAMPDORIANEWS.NET