Trequartisti impalpabili, Sau prova a vivacizzare il gioco

10.02.2019 17:52 di Matteo Romano  articolo letto 3640 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Trequartisti impalpabili, Sau prova a vivacizzare il gioco

Audero 6: L'estremo difensore doriano vive una giornata quasi da spettatore; rare sono le occasioni in cui il Frosinone riesce a scaldare i suoi guantoni. Non può nulla sul gol vittoria degli ospiti.
 

Bereszynski 5: Prestazione sottotono dell'esterno polacco. Viene tagliato fuori, come il resto della retroguardia blucerchiata, sul gol vittoria degli ospiti. Difetta anche in fase di appoggio e sovrapposizione. Impreciso.
 

Andersen 5,5: Il danese patisce la verve degli attaccanti ciociari. Sul gol ospite perde le marcature assieme al compagno di reparto.
 

Colley 5,5: Il centrale gambiano prova a impostare la manovra, dal momento che il centrocampo viene soffocato dal pressing ospite. Sul gol avversario non segue Ciofani che riesce ad aggirarlo. Si rende pericoloso in fase offensiva con un colpo di testa sugli sviluppi di un corner nell'ultimo quarto di gara. Il fatto che sia tra i più pericolosi dei blucerchiati in fase offensiva rende l'idea della sterilità odierna degli attaccanti blucerchiati.
 

Tavares 6: Il brasiliano scende in campo per sostituire lo squalificato Murru. Si dimostra compassato nel passo e dotato di un buon tocco di palla: ad inizio secondo tempo prova a suonare la carica con un paio di discese arrembanti. Volenteroso.
 

Praet 5,5: Rientra tra i titolari dopo il turno di squalifica che gli ha fatto saltare la sfida di Napoli. Patisce come il resto dei compagni l'asfissiante "gabbia" costituita dagli avversari. Ci prova di destro al 42' del secondo tempo con un tiro che sporca i guanti di Sportiello.
 

Ekdal 5,5: Il regista blucerchiato patisce il dinamismo della mediana ciociara che nella prima frazione lo soffoca in fase di impostazione. Nella ripresa la musica non cambia, fino alla sua sostituzione per tentare il tutto per tutto con una punta in più. Dal 29' s.t. Sau 6: Prova a portare palla e dialogare con i compagni sul fronte offensivo. Pochi gli spazi per provare a far male.
 

Linetty 5,5: Il polacco rimane imbottigliato nella rete difensiva avversaria, non riuscendo a dialogare con i compagni e venendo spesso tagliato fuori dalle ripartenze dei ciociari.
 

Saponara 5: Vince il ballottaggio con Ramirez, ma nel primo tempo incide poco, pur facendo passare dai suoi piedi ogni azione d'attacco del Doria. Esce ad inizio ripresa per dare vita alla tradizionale "staffetta". Dal 11' s.t. Ramirez  5,5: Non riesce a incidere come vorrebbe. Con l'uscita di Ekdal e l'ingresso di Sau viene dirottato largo sulla destra: anche nella nuova posizione non riesce a rendersi pericoloso.
 

Gabbiadini 5:  Comincia con entusiasmo, cercando il dialogo con Quagliarella e Saponara. Si spegne col passare dei minuti. Dal 11' s.t. Defrel 5: Vorrebbe tornare a essere devastante come a inizio stagione, tuttavia non trova gli spazi per incidere con la sua velocità. Frenato.
 

Quagliarella 5,5: Il capitano lotta contro gli arcigni difensori frusinati cercando spesso il tiro. Prima conclusione degna di nota giunge al 36' del primo tempo, quando un suo tiro al volo impegna Sportiello, che respinge con l'aiuto del palo. Nella ripresa diventa la "boa" di riferimento, ma i palloni giocabili non arrivano.

Giampaolo 5: Nel primo tempo la Sampdoria gioca un calcio compassato e prevedibile che non le permette di pungere in zona offensiva, e viene messa in difficoltà dall'aggressività del Frosinone, che passa in vantaggio sugli sviluppi di una ripartenza. Il mister prova a correre ai ripari nell'intervallo, ma in sostanza lo spartito del match non muta di molto. Nella seconda frazione la squadra appare anzi confusa e con poche idee. Brutta battuta d'arresto nell'ottica della lotta ai piani alti della classifica. Occorre mettersi alle spalle rapidamente questo passaggio a vuoto e ripartire.