ESCLUSIVA SN - "Dai Bazzani segna per noi": "Trovare continuità e consapevolezza. Ottimisti con il lavoro di Giampaolo. Scelta Defrel da approvare"

30.09.2018 14:17 di Fabio Bazzani  articolo letto 1524 volte
© foto di Federico De Luca
ESCLUSIVA SN - "Dai Bazzani segna per noi": "Trovare continuità e consapevolezza. Ottimisti con il lavoro di Giampaolo. Scelta Defrel da approvare"

La Sampdoria di inizio campionato si è espressa benissimo, nonostante il riscontro di punti ottenuti con due vittorie, due pareggi e due sconfitte. Lo testimoniano anche le ultime due gare, che hanno avuto riscontri negativi nei minuti finali, con un gol subito oltre il 90° e con un rigore sbagliato che non ha consentito il blitz a Cagliari. Si tratta di episodi che hanno impedito di lucrare ben 3 punti in più, punti che avrebbero dato un volto diverso alla classifica dei blucerchiati.

La squadra ha bisogno di trovare continuità e consapevolezza, ma l’ottimo lavoro di Giampaolo consente di essere ottimisti. La società ha bene operato sul mercato acquisendo giocatori funzionali con un mix di valori. La scelta di Defrel è da approvare non solo per le qualità dell’attaccante, ma anche per l’esperienza del francese nel nostro campionato.

È ovvio che a questa compagine debba esser dato il tempo di crescere. E senza voli pindarici si può affermare che la Samp faccia parte di quel ristretto numero di squadre che si possono collocare facilmente nella parte sinistra della classifica, pensando anche di potere eventualmente impensierire le formazioni costruite per conquistare la qualificazione europea.

Non bisogna dimenticare che comunque la Sampdoria ha segnato 9 reti subendone solo 3. E a questo proposito non darei troppo peso a chi fa notare che 8 tra questi gol sono stati messi a segno in due partite. Il campionato quest’anno è iniziato presto, si sono disputate ben tre partite ad agosto, subito dopo i Mondiali. Non mi stupirei di vedere nel prossimo futuro la Samp esprimere in modo più regolare il suo potenziale offensivo.

Il torneo deve ancora delinearsi, ma possiamo già trarre alcune considerazioni. I blucerchiati hanno acquisito, e nello stesso tempo stanno lavorando, sull’identità di squadra. E ancora una volta questo riporta il discorso sulle qualità di Giampaolo, che sta imprimendo alla rosa un forte impatto tecnico e qualitativo. In casa la Samp è una formazione che può affrontare a testa alta e anche battere chiunque. Lo ha dimostrato contro il Napoli, e tutto sommato anche contro l’Inter. Ora si tratta di cercare una maggiore autostima fuori da Marassi. Lo abbiamo visto anche nell’ultima partita contro il Cagliari, dove purtroppo è stato concesso il primo tempo ai padroni di casa. Ma quando la Samp ha iniziato ad imporre il proprio gioco sono venute le due traverse, ancora prima della clamorosa occasione del rigore mancato.

L'immediato futuro riserva alla Samp tre incontri con formazioni emergenti ma sicuramente alla propria portata. La Spal, prossima avversaria al Ferraris, pur essendo un cliente molto scomodo, ha dimostrato di concedere qualcosa fuori casa. Contro Atalanta e Sassuolo non saranno certo partite tranquille, ma è anche vero che non si tratta di compagini più forti della Sampdoria, o che perlomeno gravitano nella stessa fascia. Certamente si tratta di un trittico importante: un test che se superato come i blucerchiati sono in grado di fare col loro tasso qualitativo, può consentire agli uomini di Giampaolo di entrare prepotentemente nel campionato.   

RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE SAMPDORIANEWS.NET