ESCLUSIVA SN - "Dai Bazzani segna per noi": "Due trequartisti con Quagliarella. Lazio aggredisce gli spazi con qualità"

 di Fabio Bazzani  articolo letto 1225 volte
© foto di Federico De Luca
ESCLUSIVA SN - "Dai Bazzani segna per noi": "Due trequartisti con Quagliarella. Lazio aggredisce gli spazi con qualità"

ll campionato sta per terminare e la Sampdoria sta dimostrando di essere in grado di chiuderlo in crescendo, almeno sotto l’aspetto del gioco e della consapevolezza. I giocatori hanno dimostrato ampiamente di aver assimilato il gioco richiesto da Giampaolo.

Finire la stagione in crescita implica però la grande responsabilità di difendere i propri calciatori dalle insidie del mercato. Nel calcio di oggi il tecnico è fondamentale, ma la differenza la fanno pur sempre i calciatori e perdere coloro che interpretano la filosofia dell’allenatore potrebbe essere pericoloso. La squadra blucerchiata, quindi, potrà scoprire le sue vere ambizioni solo alla chiusura della campagna dei trasferimenti, anche se i presupposti mi sembrano propendere per un prossimo campionato ricco di soddisfazioni.

Ma prima di preoccuparci del futuro dobbiamo prendere in considerazione un presente insidioso che ha il nome della Lazio, la quale sta attraversando un periodo di forma notevole. Un derby vinto per di più in trasferta e nella maniera in cui ha prevalso, genera grande euforia in casa Lazio. A questa sfida la Samp arriverà presumibilmente senza Muriel, Budimir e Schick. Le assenze sono pesanti e in linea di massima lasciano davanti il solo Quagliarella. Quali le soluzioni? Il parco giocatori della Samp beneficia della presenza di trequartisti con grandi doti per poter gestire le assenze.. Non sarebbe certo un’assurdità pensare di alternarne due: uno a fianco a Fabio e l’altro di appoggio, in uno stantuffo che lascerebbe pochi riferimenti ai difensori.

Di certo quella contro la Lazio non sarà una partita facile, ma non dimentichiamo che anche la Sampdoria è una formazione pericolosa per chiunque. La chiave della partita saranno in un certo senso gli spazi che la Lazio riesce ad aggredire con grande qualità. Se la Samp riuscirà ad accorciare adeguatamente il campo potrebbe anche uscirne una partita diversa da quella attesa dai padroni di casa. Se al contrario la Lazio avesse modo di occupare le zone del campo che consentono libertà ai vari Keita, Immobile o Lulic (solo per citarne tre), allora potrebbero anche essere dolori.

Dopo la trasferta all'Olimpico resteranno due partite contro avversarie che reputo ampiamente alla portata della Samp, ovvero Chievo e Udinese. Ci sarà poi la sfida casalinga contro il Napoli. E qui dipenderà molto dalle motivazioni dei partenopei, qualora fossero impegnati nella rincorsa al secondo posto. Non dimentichiamo però che il Napoli dovrà scendere a Marassi e sul suo terreno la Sampdoria può battere chiunque. 

RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE WWW.SAMPDORIANEWS.NET