Mixed Zone, Defrel: "Un’emozione che rimarrà nella mia testa per tanto tempo"

14.04.2019 19:28 di Serena Timossi Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Mixed Zone, Defrel: "Un’emozione che rimarrà nella mia testa per tanto tempo"

Continua il momento d'oro di Gregoire Defrel, andato a segno nel derby regalando - insieme a Fabio Quagliarella - il primato cittadino ai colori blucerchiati. L'attaccante ha espresso la sua soddisfazione in zona mista, ma come mister Giampaolo ha già rivolto l'attenzione verso la trasferta di sabato prossimo a Bologna.

Com’è segnare in un derby? “E’ bellissimo. Sono molto contento. E’ un derby, questa settimana abbiamo sentito qualche pressione in più ma vedere lo spettacolo della gradinata a fine partita è un’emozione che rimarrà nella mia testa per tanto tempo”. 

Il Genoa sul tuo gol reclamava un presunto fallo. Hai visto qualcosa? “Non penso. Quagliarella ha messo una bellissima palla e ho fatto gol. Non ho visto nessun fallo”. 

Dopo quello spiacevole episodio stai trovando la via del gol con continuità. “Ho fatto un buon inizio di stagione ma poi ho avuto un calo. C’è stato questo episodio spiacevole (l’incidente in auto ndr) ma grazie ai compagni e lo staff che mi hanno aiutato e mi hanno detto di pensare al campo”.

C’hai preso gusto a segnare nel primo tempo. “E’ bello. Segnare subito è bello per la squadra e per tutti. Io ci provo sempre”. 

Un gol per il futuro? “Io ho sempre detto che qua sto molto bene. Vedremo alla fine dell’anno, sto pensando a segnare tanti gol e tanti punti”. 

Avete regalato un gol per Marco Giampaolo che ha raggiunto il record di sei derby di fila senza sconfitte. “Io sono contento per lui, lo merita. Ha lavorato bene. Speriamo che la Samp ne vincerà tanti di derby”. 

La squadra crede all’Europa? “Perché no? Se si vede la classifica è molto equilibrata. Chi ci precede è bravo e tosto. Noi dobbiamo provare a far più punti possibili”.

Sabato c’è il Bologna. “Dobbiamo pensare alla prossima partita. Da domani si penserà subito al Bologna e faremo di tutto per essere pronti e fare una grande gara”.

Ci puoi raccontare il rigore? “Mi ha lanciato Fabio, mi sono allargato su Biraschi. Non so se lo ha fatto apposta di allargare il braccio. Se non la prendeva io era da solo in porta. E’ giusto quindi il rigore e l’espulsione”.