ESCLUSIVA SN - "Din Don" Pozzi: "Damsgaard, Jankto, Thorsby che inserimenti! I movimenti di Ramirez"

L'analisi tecnico - tattica dei goal blucerchiati a cura di Nicola Pozzi per SAMPDORIANEWS.NET
31.10.2020 10:22 di Nicola Pozzi   Vedi letture
ESCLUSIVA SN - "Din Don" Pozzi: "Damsgaard, Jankto, Thorsby che inserimenti! I movimenti di Ramirez"
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

SAMPDORIA – LAZIO:

Il vantaggio arriva da un'azione fantastica. Jankto si accentra e prende palla, Ekdal si apre sull'esterno, nel frattempo si alza augello, vengono presi in mezzo i difensori laziali. Assistiamo allo scarico dietro per Tonelli, il quale trova benissimo sul lungo in profondità Augello che riceve smarcato. Da apprezzare il grande movimento corale, viene creata superiorità numerica, merita una sottolineatura l'interessante movimento dello svedese. Augello apre la falcata, bellissimo cross, la Sampdoria va anche a coprire bene l'area con Ramirez e Quagliarella. Fabio sfila dietro ai difensori sul secondo palo, alle sue spalle arriva anche l'accorrente Thorsby a fornire un'altra opzione di chiusura dell'azione. Quagliarella trova un colpo di testa perfetto, una giocata da ragazzi per lui, impatta perfettamente la sfera e non lascia scampo a Strakosha.

Il raddoppio è caratterizzato da un grandissimo gesto tecnico di Augello che si trova in un momento di stragrazia. Cross ad uscire dalla destra, la palla deviata arriva al limite dell'area. La Sampdoria copre benissimo tutta l'area e soprattutto molto bene il limite per un'eventuale respinta. L'ex Spezia calcia di sinistro di controbalzo, di mezzo collo esterno, la palla finisce dritta per dritta sul primo palo alla destra del portiere. Grande attacco dell'area e ottimo presidio della zona circostante.

Il terzo goal sigilla la supremazia doriana. Recupero palla a centrocampo, verticalizzazione a favore di Verre che si trova in zona centrale, il prodotto di scuola Roma vede il movimento a sfilare ad aprirsi di Quagliarella alle spalle dei difensori, Fabio viene servito con i tempi giusti, con lo stop si trova già in posizione perfetta per calciare ad incrociare sul secondo palo. Strakosha devia, la sfera resta in gioco, Verre è molto bravo in aggressione, recupera, protegge e scarica per l'accorrente Damsgaard, il quale va ad inserirsi, insacca sotto la traversa andando a sigillare una prestazione maiuscola con un controllo sublime in corsa.

ATALANTA – SAMPDORIA: 

Il vantaggio arriva da un'azione di rimessa che si innesca da una ripartenza frutto di un'ottima copertura degli spazi difensivi. La Sampdoria tiene le linee molto compatte, nella propria trequarti avvengono il recupero palla e l'immediata verticalizzazione di Damsgaard su Ramirez in zona centrale, con lo stesso danese che va subito a proporsi in fase offensiva. È molto bravo l'uruguayano a stoppare e a lavorare la palla con il mancino delizioso sebbene circondato da tre avversari, trovando quel piccolo corridoio per restituire palla a Damsgaard. Anche con un pizzico di fortuna la palla resta a gioco grazie ad un rimpallo favorevole, il talento danese sfonda centralmente a campo aperto in superiorità numerica, trova puntuale l'azione di accompagnamento di Quagliarella, il quale riceve palla, va sull'uno contro uno in posizione defilata in area puntando il difensore atalantino. Qui apprezziamo il classico doppio passo per andare sul mancino a concludere, in quella posizione Fabio non ha molto specchio della porta a disposizione. Per fare goal probabilmente l'unico posto dove può trovare la via vincente è proprio calciare sotto la traversa sul primo palo, il posto più complicato per il portiere quando si calcia con potenza. Fabio estrae questo missile sotto la traversa, calcia benissimo, il portiere non può far nulla.

Molto interessante analizzare l'azione del secondo goal blucerchiato. Sulla sinistra si segnala un'azione personale di Damsgaard, quasi partendo dalla bandierina con due uomini al seguito, in quel momento c'è il solo Quagliarella in area,. Il danese è molto bravo con l'azione individuale, salta la doppia marcatura con una finta di corpo e si infila tra i due, entra in area, incontra un altro avversario, c'è ancora solo Fabio marcato in area. Trova lo scarico per l'accorrente Thorsby che fa circolare la palla in orizzontale sul centro-destra a favore di Jankto, il quale stoppa, alza la testa e qui arrivano due inserimenti determinanti. La palla pennellata dall'ex Udinese arriva sul secondo palo, Thorsby va a ricevere, in zona centrale Ramirez si inserisce portando via un paio di uomini della difesa orobica creando questa situazione di inserimento. Sul secondo palo resta sguarnita la marcatura sul norvegese che insacca in tuffo. Ottima azione, fondamentale l'inserimento senza palla dell'uruguayano.

Il terzo goal è un classico. Atalanta molto sbilanciata in avanti, recupero palla in fase difensiva in area di rigore, Jankto va subito alla ricerca della verticalizzazione, Keita si trova in uno contro uno a metà campo e va a puntare il difensore, portando palla con ottima qualità tecnica e gestione del possesso, lì arrivano due giocatori a supporto allo stesso Jankto, più dietro Thorsby. Classica azione in superiorità numerica, è quasi un tre contro due, nei pressi dell'area l'ex interista sposta palla, fa una sterzata servendo l'accorrente Jankto con un tocco preciso. L'ex Udinese trova il secondo palo, libera un sinistro di prima intenzione, un piatto interno, un autentico fendente alla destra di Sportiello, davvero un'ottima stoccata da biliardo, sigillando il risultato di una Sampdoria che sicuramente ha fornito una prestazione davvero importante per una vittoria meritata.

RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE SAMPDORIANEWS.NET

© foto di Sampdorianews.net