Di Francesco: "Dobbiamo rinforzarci sul mercato. Da martedì voglio un approccio diverso"

25.08.2019 23:31 di Moreno Cavanna   Vedi letture
Fonte: Dal nostro inviato al "Luigi Ferraris", Andrea Piras
© foto di www.imagephotoagency.it
Di Francesco: "Dobbiamo rinforzarci sul mercato. Da martedì voglio un approccio diverso"

A margine del difficile esordio in campionato, Eusebio Di Francesco ha analizzato in sala stampa la sconfitta contro la Lazio, soffermadosi in particolare sulla situazione della rosa blucerchiata e sulla necessità di rinforzi dal mercato:

Sulle difficoltà della squadra: "Senza cercare alibi, la squadra non è riuscita a creare quanto preparato. Per contro giocavamo contro una squadra che si conosceva già. Mi prendo tutte le responsabilità. La Lazio è stata pericolosa nel rubare palla e ripartire velocemente e noi in questa fase siamo stati poco uniti. Dobbiamo dire che la Lazio ha meritato la vittoria perché ha dimostrato di essere superiore in questo momento a noi".

In merito al fronte societario e al mercato: "Mi auguro sempre che il concetto di chiarezza e di definire questo concetto sia un vantaggio per tutti ma non un alibi. Che dobbiamo rinforzarci sul mercato è palese perché oggi abbiamo affrontato una squadra superiore dal punto di vista fisica. Il migliore in campo è stato il pubblico, eccezionale sotto tutti punti di vista".

Sull'interpretazione della partita da parte dell' undici blucerchiato: "Devo dire che paradossalmente abbiamo preso gol nel momento dove la squadra stava facendo meglio, nel finale di tempo, quando siamo stati alla pari della Lazio. In generale abbiamo forzato poche giocate, siamo stati poco puliti quando avevamo la palla, siamo stati frettolosi. Quando fai questo gioco e cerchi la profondità devi migliorare dal punto di vista del palleggio. Oggi ci consegnavamo agli avversari che sono stati superiori sotto tutti i punti di vista".

Sulla necessità di ripartire dopo questa sconfitta: "C'è grande amarezza, in primis in me. Ma la bellezza del calcio è che si può ribaltare tutto in un attimo. Da martedì voglio un approccio diverso e la voglia di non abbattersi dopo le sconfitte. Mi sarei aspettato un altro esordio, personalmente, ma guardiamo alla prossima con ottimismo".

Su Caprari e Gabbiadini: "Devo dire che loro hanno giocato dall'inizio perché non avevo grandissime alternative. Caprari è un interprete ideale per questo modulo, ma entrambi potevano fare meglio nella gara. Dobbiamo lavorare tanto. Ci siamo smarriti con troppa facilità alle prime difficoltà".