Thorsby: "Ranieri ottimo allenatore e motivatore. Voglio giocare, ma capisco ci voglia tempo"

15.11.2019 11:57 di Emanuele Massa   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Thorsby: "Ranieri ottimo allenatore e motivatore. Voglio giocare, ma capisco ci voglia tempo"

Per Morten Thorsby è decisamente un momento positivo, dopo l'esordio in maglia blucerchiata è infatti arrivata anche la convocazione in nazionale norvegese.

Il centrocampista ha rilasciato un'intervista ai taccuini di NTB esprimendo le sue sensazioni:

"C'è voluto del tempo - le sue parole tradotte da Sampdorianews.net - ma sono molto felice che il debutto sia finalmente arrivato. È stata un'esperienza divertente e sento di aver disputato una buona prestazione e di aver dimostrato che posso contribuire. Abbiamo anche vinto, e questo è stato importante. È molto divertente giocare con Ranieri. È un ottimo allenatore e un ottimo motivatore. Non vedo l'ora di conoscerlo meglio. È stato il mio allenatore solo per tre o quattro settimane e non vedo l'ora di continuare".

Sul ritorno in panchina contro l'Atalanta: "Ovviamente è stato deludente non giocare dopo aver sentito di aver fatto bene, ma è stata comunque una settimana positiva. Ho debuttato per la Sampdoria e sono stato chiamato in Nazionale. Poi dimentico rapidamente di non giocare titolare.

Abbiamo una grande squadra con molti centrocampisti. C'è una forte concorrenza, ma ora sento di aver dimostrato la mia competenza. Si tratta di giocare bene ogni volta che ne ho l'opportunità. È noto che in Italia il primo anno è spesso difficile. Dovrei essere paziente mentre sono impaziente. Voglio giocare il più possibile, ma capisco ci voglia tempo".

Una battuta sul suo impegno per la salvaguardia dell'ambiente: "È vero che cerco di evitare di volare se non ne ho bisogno, ma sfortunatamente ora non c'è altra opzione. Incontreremo Malta lunedì, e se sabato non mi unirò all'aereo arriverò probabilmente con una settimana di ritardo. Ecco perché ho intenzione di volare, ma quando è possibile evitarlo, preferirei farlo".

Infine, sul suo ruolo in Nazionale: "È certamente un obiettivo a lungo termine, e so che se ottengo un posto da titolare in Serie A è a portata di mano. Proverò a fare una buona impressione in queste partite, e poi tornerò al club e provo a dimostrare che dovrei giocare sempre".