Lee Sharpe sul suo passato: "Lavorato con grandi nomi"

06.03.2021 12:23 di Matteo Romano   Vedi letture
Lee Sharpe sul suo passato: "Lavorato con grandi nomi"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

La storia di Lee Sharpe è di quelle che sovente accadono nel calcio. Mezzi tecnici incredibili, tanti infortuni, un po’ di sfortuna: dalle vette più alte della Premier League alle serie inferiori.

Sharpe racconta a Ladbrokes la sua storia calcistica, evidenziando come dal Manchester United finì al Leeds United, squadra in cui non riuscì a emergere, per passare nel corso del 1999 un semestre sfortunato in maglia blucerchiata, chiamato a Genova dal connazionale David Platt:

“Avevo 17 anni quando sono passato al Manchester United e 26 quando me ne sono andato. Ho continuato a lavorare con altri grandi nomi – le parole tradotte da Sampdorianews.net Wilkinson mi ha portato al Leeds e dopo un mese è stato licenziato, il che è stato un po’ deludente per me, poi è arrivato George Graham, che era piuttosto vecchia scuola e bloccato nei suoi modi. Poi David O'Leary ha preso il sopravvento, e non andavo davvero d'accordo con lui. ha rilevato […] e voleva che me ne andassi, il che è stato un po' bizzarro. Non riuscivo a capirlo".