Yoshida attento, Thorsby onnipresente. Verre ancora decisivo

17.10.2020 20:15 di Matteo Romano   Vedi letture
Yoshida attento, Thorsby onnipresente. Verre ancora decisivo

Audero 6,5 Praticamente inoperoso per tutta la durata del match. Nel primo tempo ipnotizza Caicedo lanciato a rete ma poi pizzicato in fuorigioco. Nel secondo tempo è perfetto nelle uscite sui traversoni avversari.

Bereszynski 6.5 Non patisce la verve di Anderson e Marusic, pecca semmai in fase di possesso nella precisione dei passaggi. Con Candreva ha comunque maggior spazio per inserirsi.

Yoshida 7 Attento e deciso su Caicedo come su Muriqi. Al 87’ mura una conclusione a botta sicura di Correa, la sintesi di una prova senza sbavature.

Tonelli 6,5 A metà primo tempo un suo disimpegno “leggero” rischia di lanciare il contropiede della Lazio. Per il resto del match fa buona guardia con il compagno di reparto, non lasciando spazio agli attaccanti laziali.

Augello 7,5 Spina nel fianco per i biancocelesti. Assist e gol. Prova superba.

Candreva 6,5 Meno decisivo ai fini della partita rispetto a Firenze. Ha compiti maggiormente difensivi che svolge con saggezza. Acquisto pesantissimo in termini di esperienza. Nel secondo tempo alcuni suoi cross affilati generano il panico tra le file biancocelesti. al 77’ Leris s.v.

Ekdal 6,5 Le fatiche con la nazionale svedese non compromettono la sua prestazione, anche grazie a mister Ranieri che ne guida i movimenti.  dal 56’ Adrien Silva 6,5: Entra per difendere ma anche per orchestrare la manovra e tenere palla. Piedi educatissimi.

Thorsby 7: Se Milinkovic Savic non riesce a incidere il merito è anche e soprattutto del nostro tuttofare. Sulle palle contese di testa riesce sempre a spizzare per primo. Nell'extra time accompagna un contropiede di Verre e per poco non riesce a concludere in porta. Prova di sacrificio e abnegazione.

Jankto 6 Gioca in posizione più accentrata per consentire le discese di Augello. È spesso punto di riferimento per i rilanci lunghi dalla retroguardia. dal 66’ Damsgaard 7: Entra e segna alla prima a Marassi. Peccato non ci sia la Sud a poter festeggiare con lui.

Ramirez 5,5 Il meno positivo dell’undici blucerchiato. Cerca un guizzo per la manovra, senza trovare la giocata giusta. Viene ammonito per proteste sul finale di primo tempo. dal 56’ Verre 7: Ancora decisivo, questa volta come uomo assist. 

Quagliarella 7 Eccoci a quota 167 reti in A. Il colpo di testa sulla rete del vantaggio è da centravanti di esperienza; il resto della partita è un corpo a corpo senza esclusioni di colpi con Acerbi e Patric. Al 77’ Keita s.v.: Entra alla ricerca del guizzo per festeggiare l'esordio. Ha entusiasmo e voglia di tornare protagonista in A.

Ranieri 7: Prova difensiva accorta della squadra, che non concede spazi alla Lazio. La formazione avversaria era certamente rimaneggiata, tuttavia la Sampdoria ha giocato una prova di carattere e tecnicamente superiore. Dopo le prime due battute d'arresto sono giunti due successi insperati "sulla carta" ma pienamente meritati al netto delle prestazioni.