Thorsby incarna lo spirito battagliero, Ramirez ancora decisivo, Colley concentrato

04.11.2019 23:09 di Diego Anelli   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Thorsby incarna lo spirito battagliero, Ramirez ancora decisivo, Colley concentrato

Audero 6: si fa trovare pronto sulla rasoiata ravvicinata di Reca. Nel finale Petagna ci prova con il classico colpo di testa sul secondo palo, non si fa sorprendere.

De Paoli 5,5: inizia con buon piglio con un bel diagonale a lato, poi tanta sofferenza. Reca e Kurtic diventano autentici incubi per i primi 45' con continue scorribande. Nella ripresa calano d'intensità e trova due giocate che alzano notevolmente la sua prestazione. La spaccata in diagonale che evita un'occasionissima in contropiede a Moncini e il traversone che dà il là al goal partita.

Colley 6,5: concentrato e puntuale negli interventi. Riesce a limitare il raggio d'azione di Petagna.

Ferrari 6: bada al sodo, in alcune occasioni i suoi interventi fanno correre i brividi ma ottiene il risultato sperato.

Murru 6: dalle sue parti la Spal spinge con minor costanza. Non è il Murru della scorsa stagione, limita i danni.

Vieira 5,5: tanti palloni persi in impostazione per eccessiva imprecisione.

Ekdal 6: non vive una serata brillante per lucidità ed efficacia. Fa spesso ricorso all'esperienza e al senso della posizione, riuscendo a tenere botta nei momenti di maggiore pressione.

Thorsby 6: incarna lo spirito battagliero fondamentale per raggiungere l'obiettivo salvezza. Non eccelle per tecnica, garantisce molto dinamismo fino al triplice fischio finale e qualche opzione in più sulle palle aeree. Soffre non poco nei primi 45' in un ruolo non suo non dando adeguato supporto a Depaoli, si adatta al meglio delle proprie possibilità.

Jankto 6: tra i più propositivi per metà gara, si sgancia spesso e volentieri in avanti, trovando più volte lo spazio per il cross. Un problema fisico lo mette fuori nella fase cruciale della sfida. 

(Augello 6: al debutto nella massima serie non si fa prendere dall'emozione. Tiene bene la posizione e va al cross con buon spirito propositivo

Gabbiadini 5,5: ci prova da fuori senza trovare lo specchio della porta. Ha i mezzi per incidere ma le intenzioni restano tali.

(Ramirez 6,5: come mercoledì contro il Lecce entra in campo con grande carica agonistica. Agisce da seconda punta, svaria a tutto campo, rende la manovra maggiormente fluida. Nuovamente decisivo in occasione del goal partita).

Bonazzoli 6,5: si danna l'anima lottando su ogni pallone. Cerca gloria con un bolide dalla lunga distanza che va vicino al montante. Nella ripresa ha il merito di far salire la squadra.

(88' Caprari 7: al primo pallone giocabile realizza una marcatura dall'enorme peso specifico. Tempismo da cecchino nello spiazzare il portiere deviando la traiettoria sul colpo di testa di Ramirez. Auguriamoci sia un nuovo inizio).

All. Ranieri 7: la Sampdoria torna finalmente a non subire goal, pochi gli interventi di Audero. Per il gioco ci sarà tempo, ora contano soltanto punti e l'obiettivo salvezza. Pensa alla sostanza e lascia spazio a chi smania dalla voglia di lasciare un segno, esordienti compresi; Thorsby dal 1', Augello nella fase topica del match. Azzecca la carta Caprari nel rush finale.