ESCLUSIVA SN - Una rovesciata sotto la Gradinata: "Da soli i soldi non comprano le motivazioni. Non ci nascondiamo più!"

 di Francesco Flachi  articolo letto 2284 volte
ESCLUSIVA SN - Una rovesciata sotto la Gradinata: "Da soli i soldi non comprano le motivazioni. Non ci nascondiamo più!"

Una Sampdoria bella e convincente, quella che abbiamo visto nelle prime partite del campionato. Ho riscontrato in modo positivo un cambio di mentalità nella conduzione del mercato, frutto sicuramente di una strategia studiata a tavolino dalla dirigenza.

Quest’anno, pur non disdegnando qualche “colpo” in prospettiva, sono arrivati tre giocatori di esperienza e di qualità: Ramirez, Zapata e Strinic. Giocatori che apportano un valore aggiunto concreto e immediato ad un gruppo che aveva già fatto bene nello scorso torneo.

In attacco Duvan Zapata è il classico giocatore che può far cambiare i moduli. E nella specificità della Sampdoria questa caratteristica è moltiplicata dal fatto che in rosa non c'era un vero sfondatore. È un elemento in grado di tenere palla, far salire la squadra e ovviamente di sfondare, grazie alla sua grande forza fisica. A tutto ciò si aggiunga un'intesa quasi naturale con Quagliarella. Insomma proprio quel che ci voleva.

Il gioco della Sampdoria sembra sempre lo stesso, ma con grande perizia Giampaolo sa trovare le varianti ad hoc per ogni partita. E almeno finora è stato in grado di sorprendere gli avversari. Il tecnico blucerchiato è anche un ottimo motivatore. Ci accorgiamo infatti che la squadra ha continuità e concentrazione elevatissime. Il che si traduce in un’arma micidiale anche contro compagini che sulla carta sembrano superiori. Anche perché, diciamola tutta, da soli i soldi non comprano le motivazioni. E lo si è visto col 2-0 di Marassi contro il Milan, che ha speso 200 milioni in campagna acquisti.

La Sampdoria invece appare concreta, con giocatori integrati in tutti gli schemi. E anche in questo va fatto un plauso a Marco Giampaolo, il quale può sembrare pignolo o, come qualcuno dice, talebano, ma non fa giocare chi non ha assimilato il suo gioco. Possa anche essere un giocatore importante. In questo modo e con questa rosa la Samp può veramente togliersi grosse soddisfazioni. Personalmente la vedo subito dopo il drappello delle sei grandi. Insieme a Torino, Fiorentina e Atalanta.

Dove potrà arrivare dipende solo da lei e dai suoi giocatori, che devono evitare di rilassarsi. Una mentalità vincente e consolidata non potrà che portare benefici. Insomma: non ci nascondiamo più!

RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE WWW.SAMPDORIANEWS.NET