ESCLUSIVA SN - "La Rovesciata sotto la Gradinata": "Samp matura per qualcosa di importante. A Firenze partita aperta, ma non chiedetemi chi debba vincere..."

Indimenticabile Bandiera Blucerchiata. Opinionista di spicco per Sampdorianews.net
30.03.2015 19:37 di Francesco Flachi  articolo letto 3118 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
ESCLUSIVA SN - "La Rovesciata sotto la Gradinata": "Samp matura per qualcosa di importante. A Firenze partita aperta, ma non chiedetemi chi debba vincere..."

Le quattro vittorie consecutive della Samp sono un grande risultato, specialmente pensando agli avversari con cui le ha ottenute. Non solo i successi con Inter e Roma, ma anche in partite che sulla carta possono essere semplici, come Atalanta e Cagliari, e che invece si rivelano difficili, perché la tensione e la concentrazione con le grandi vengono da sole, mentre con le piccole si può fare più fatica. Ma la Sampdoria è matura per qualcosa di importante.

Il finale di campionato sarà senza dubbio intenso, e a differenza di altre squadre la Samp è un po’ avvantaggiata, perché le concorrenti come Napoli, Lazio e Fiorentina sono impegnate in più competizioni. I blucerchiati hanno più tempo per preparare le partite, più tempo per recuperare la forma fisica, e per loro può essere un vantaggio rispetto a quelle squadre che sulla carta sono più attrezzate, anche se nei fatti quest’anno la Samp non sembra seconda alle altre.

Sicuramente ci vorrà la grande esperienza di Mihajlovic, e la conferma di tutti. In avanti la Sampdoria è fortissima, e sarà fondamentale l’esperienza di Eto’o, così come le sue giocate, Muriel si sta confermando il buon giocatore che tutti dicevano, trovando la costanza di rendimento che non aveva avuto finora, e Eder sta diventando davvero forte. Sono molto contento del suo esordio in Nazionale, perché è un ragazzo semplice, che in questi anni ha avuto continuità ed è riuscito a migliorare tantissimo sotto tutti gli aspetti. Sta solo a lui continuare a fare bene, e cercare di prolungare al massimo questo momento molto positivo.

Sia la Sampdoria che la Fiorentina sono molto in forma, e penso che siano le squadre che in questo momento, insieme alla Lazio, stanno giocando meglio. Spero che quella del Franchi sia una bella partita, ci sono tutte le prerogative. I viola hanno un ottimo gruppo; quello che mancava negli anni precedenti, e fino a poco tempo fa, era la continuità di risultati: ogni volta che si trovavano ad affrontare una gara importante non riuscivano mentalmente a superarla. Ora invece, grazie anche ai nuovi acquisti come Salah, il gruppo di Montella ha qualcosa in più, lo dimostrano le vittorie di Milano, e Roma e Torino nelle Coppe. Dopo la Samp ci sarà il ritorno con la Juve, e ci sono davvero le possibilità per questa Fiorentina di arrivare in finale di Coppa Italia, e di fare un buon piazzamento in Europa League, dato che il prossimo avversario è alla sua portata. Le prospettive sono buone e credo che, se riusciranno a migliorare la rosa, il prossimo anno i viola potranno competere anche per qualcosa di più importante.

La Sampdoria ha un attacco molto molto forte, e potrà essere uno dei tre là davanti a fare la differenza sabato. La Fiorentina ha un gioco più collettivo, fa molto possesso palla, e vanno in gol principalmente gli attaccanti, oppure i difensori, mentre i centrocampisti hanno segnato molto poco. È una partita aperta, e spero che sarà giocata all’altezza delle aspettative. Non chiedetemi però chi debba vincere, perché io spero sempre che finisca in pareggio, per il bene di tutte e due. Sono tifoso della Fiorentina ma otto anni di Sampdoria non posso dimenticarli, è la mia seconda squadra del cuore.