ESCLUSIVA SN - Flachi in "La Rovesciata sotto la Gradinata"

Indimenticabile Bandiera Blucerchiata. Opinionista di spicco per Sampdorianews.net.
16.10.2012 09:03 di Francesco Flachi   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
ESCLUSIVA SN - Flachi in "La Rovesciata sotto la Gradinata"

Quando sono venuto a Genova per la festa dei club e poi sotto la Gradinata Sud ho provato emozioni splendide come sempre, sotto la Sud tutto il pubblico mi ha acclamato e chi era con me è passato un po’ in secondo piano, mi è un po’ dispiaciuto perché anche loro hanno dato tanto alla Sampdoria. Gli anni trascorsi in blucerchiato hanno creato un rapporto destinato a continuare in eterno con i tifosi, è davvero bello. Anche alla festa dei club ho provato sensazioni davvero piacevoli.

Ho visto la squadra sia contro il Napoli che a Verona con il Chievo,  la Samp è una buona squadra, ha individuato giocatori giusti per il modulo adottato, è partita bene, ha ottenuto risultati positivi, contro il Chievo è stata sfortunata, non dimentichiamoci poi che è partita con un punto in meno avendo la penalizzazione. Sarà importante non avere a che fare con momenti non positivi e saperli gestire nel caso in cui dovessero arrivare, ma in organico ci sono giocatori importanti, d’esperienza come Maxi Lopez, Maresca e capitan Gastaldello. La Samp può disporre di tanti giovani, finora sono stati bravi a tenere il gruppo unito, compatto.

Maxi Lopez è un ottimo giocatore, fa goal, ha forza fisica, gli esterni sono bravi a giocare nell’uno contro uno, a superare l’uomo e a creare la superiorità numerica. Mi ha impressionato Obiang, nel complesso è una buona squadra, la difesa si sta ben comportando, all’inizio avevo qualche perplessità, invece ho visto una squadra corta, ben messa in campo, anche con il Napoli ha fatto un partitone e non meritava di perdere.

Con Berardi ho giocato insieme a Brescia, è un difensore di vecchio stampo, forse a uomo renderebbe ancora meglio, ha le caratteristiche del difensore bello rognoso, tecnicamente può ancora migliorare, ma tatticamente è molto importante, ha grinta e passione, caratteristiche che lo contraddistinguono. Pozzi l’ho avuto compagno ad Empoli, è un grande giocatore, viene amato da tutti i tifosi delle squadre dove va a giocare perché si butta su tutti i palloni, si danna l’anima, cercare di fare sue anche le palle più sporche, poi negli ultimi anni ha fatto davvero bene, ora è  un po’ in competizione là davanti con Maxi Lopez, per caratteristiche potrebbero non coesistere in campo, dovrà essere bravo l’allenatore a gestirli.

Sicuramente Ferrara può essere il tecnico giusto per una squadra così giovane, non dimentichiamoci che stiamo parlando di un grande ex giocatore, ha smesso da poco di giocare, conosce benissimo il calcio, lo spogliatoio, i momenti che possono vivere i giocatori nell’arco di una stagione. Ha fatto molto bene in Nazionale e ha allenato la Juventus, non ci è arrivato per caso, è giunto a quei livelli perchè è bravo, ha accumulato grande esperienza e ha sposato la politica dei giovani intrapresa dalla Sampdoria come hanno fatto tante altre società. È arrivato ora in una bella piazza che gli permetterà di lavorare al meglio, Ciro è una ragazzo eccezionale, al quale auguro tutto il bene possibile.

RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DELL'ARTICOLO CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE: WWW.SAMPDORIANEWS.NET