ESCLUSIVA SN - Flachi alla festa del Certosa: "Gabbiadini? Samp non poteva fare meglio"

13.07.2013 14:29 di Diego Anelli  articolo letto 3601 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
ESCLUSIVA SN - Flachi alla festa del Certosa: "Gabbiadini? Samp non poteva fare meglio"

Oggi al Torbella di Rivarolo è alta l’attesa per un grande evento benefico organizzato dal Certosa. E’  in programma una partita con scopi benefici a favore dell’Associazione Gigi Ghirotti tra una selezione di giocatori militanti negli anni ’90 nel Certosa ’86 e una formazione composta dai giocatori del Certosa dal 2010 ad oggi.

La partita avrà inizio alle ore 17.30 al “Torbella”, seguita dalla festa, coordinata dal mister Fabio Carletti, presso i giardini delle piscine di Rivarolo, dove i partecipanti saranno attesi da stand gastronomici, musica e giochi.

Ospite speciale della giornata sarà Francesco Flachi, opinionista di lusso di Sampdorianews.net, il quale ci ha rilasciato in esclusiva questa intervista prima della sua partenza da Firenze:

Ciccio, oggi sarai presente alla festa organizzata dalla squadra del Certosa, un evento atteso non soltanto in quartiere, ma avente finalità benefiche a favore dell’Associazione Gigi Ghirotti. Che sensazioni provi a poche ore dalla partita? “Ho detto subito di sì, è una cosa importante essere presenti ad ogni avvenimento con finalità benefiche, far del bene è la cosa più giusta, partecipare sarà un piacere, partirò da Firenze alla volta di Genova per dare anch’io il mio contributo, sarà anche l’occasione per incontrare molti miei amici, sarà un piacere rivederli”.

Nel mondo calcistico si trovano con sempre maggiori difficoltà personaggi disposti a macinare chilometri per le feste organizzate dai tifosi, oppure per eventi con finalità assai lodevoli. Ti dimostri ancora una volta una persona speciale. “Anche tanta gente parte da Genova per venire nel mio locale a Firenze, anche questa non è una cosa da tutti, è una cosa reciproca. Ormai il rapporto tra me e i tifosi sampdoriani è un qualcosa di speciale, che contraccambiamo anche dopo gli 8 anni che ho vissuto da calciatore a Genova”.

Da Certosa mi hanno riferito che i presenti avranno il piacere di vederti giocare… “Sì scenderò in campo, qualche minuto ce l’ho ancora sulle gambe, non so dirti il minutaggio preciso, ma qualche partitella anche a 11 l’ho disputata recentemente tra amici. Rovesciate? Direi di no, caro Diego ormai ho una certa età, faccio fatica…”.

Hai novità da fornirci in merito all’apertura del tuo ristorante a Genova. “Abbiamo cambiato la location, sono state valutate alcune situazioni, in tanti mi hanno evidenziato anche il fattore legato al parcheggio. Non vivo a Genova, ma tante persone mi hanno riferito questo aspetto positivo a favore del Porto Antico rispetto a Nervi. Sarà tutto pronto tra fine settembre e gli inizi di ottobre”.

Il ritorno di De Silvestri, gli arrivi di Gabbiadini e Salamon. La tua analisi sulle recenti operazioni blucerchiate. “Salamon è un ottimo acquisto, è stato mio compagno a Brescia, si tratta di un giocatore molto valido, sarà per lui una grande occasione perché avrà la possibilità di assumersi importanti responsabilità in serie A in una piazza come quella Sampdoriana. Gabbiadini è tra gli attaccanti più forti in Italia, meglio di così la Samp non poteva fare. Lollo è un ragazzo eccezionale, una grande persona, ha fatto molto bene a restare in blucerchiato”.