Di Nardo e Varga risollevano l’Arezzo, Vrioni si ritaglia spazio, esordio per Leverbe

"A farsi le ossa" è la rubrica settimanale che vi tiene aggiornati sulle prestazioni dei giovani blucerchiati in prestito nelle serie minori.
05.10.2017 12:43 di Andrea Vazzoler  articolo letto 5450 volte
Di Nardo e Varga risollevano l’Arezzo, Vrioni si ritaglia spazio, esordio per Leverbe

Protagonista della settimana è stata la Serie C che, con un doppio turno di campionato, ha dato l’opportunità ai tanti giovani in prestito di potersi mostrare per la prima volta o poter riconfermare quello già fatto vedere nel weekend passato.

E’ il caso dei giovani blucerchiati Antonio Di Nardo e Atila Varga in prestito all’Arezzo che, confermati titolari in entrambe le sfide settimanali si impongono come protagonisti assoluti, non solo sfornando ottime prestazioni sotto l’aspetto tecnico e tattico, ma soprattutto come autori delle due reti che hanno di fatto sancito le due vittorie contro Alessandria e Pontedera.

Il centravanti campano affianca capitan Moscardelli in avanti e non fa rimpiangere l’assenza di Cutolo; mister Pavanel gli da fiducia e lui lo ripaga con due prestazioni di sacrificio e qualità creando gli spazi per le incursioni dei compagni di reparto che lo portano spesso a rendersi pericoloso. Contro l’Alessandria infatti è proprio Di Nardo a raccogliere un suggerimento di Yebli che gli mette la palla giusta e lui, freddo in mezzo all’area, trafigge Agazzi di sinistro e sigla il gol vittoria. Lo slovacco Varga invece, diligente e puntuale nelle chiusure difensive contro gli alessandrini, sale sugli scudi nell’importante sfida contro il Pontedera segnando il gol che consoliderà il 2-1 finale. Ad inizio ripresa è infatti il giovane difensore, dagli sviluppi di un corner, a saltare più in alto di tutti e infilare di testa l’estremo difensore Contini. Due buoni esordi per i giovani della Samp che si impongono con autorevolezza e maturità come prime scelte per le future decisioni di mister Pavanel.

Nel girone A si registrano anche gli esordi in campionato degli ex Primavera Maxime Leverbe, in campo dal primo minuto nella trasferta dell'Olbia a Piacenza, e Dennis Baumgartner, subentrato nell'ultimo quarto d'ora della sfida tra Livorno e Pontedera. Nella clamorosa vittoria in rimonta degli amaranto al Mannucci trova spazio anche Andres Ponce, dopo le prime due presenze registrate ad inizio stagione. L'attaccante venezuelano viene buttato nella mischia da Sottil a metà ripresa, nel momento più difficile per gli ospiti che poco dopo subiscono il momentaneo 0-2. Le sostituzioni, tuttavia, sortiscono l'effetto di rinvigorire la squadra livornese aprendo la strada alla rimonta firmata da Murilo, autore di una tripletta. Per Ponce i compiti si limitano a dover tenere alta la squadra e fare possesso, e l'ex Lugano li svolge con diligenza.

Vive un buon momento Giacomo Vrioni, che a Pistoia si sta ritagliando sempre più spazio grazie alla continuità nel rendimento in attacco. Contro il Cuneo subentra ad inizio ripresa e trova subito i varchi giusti per far male alla formazione piemontese con alcune discese insidiose sulla sinistra. E' proprio da un suo spunto in area, fermato fallosamente da un difensore ospite, che scaturisce il rigore per il pareggio degli arancioni. La prestazione positiva dell'attaccante marchigiano convince mister Indiani a schierarlo dal primo minuto nella gara successiva contro l'Olbia, terminata 0-0, dove si dimostra dinamico e propositivo, dimostrando una buona intesa con Ferrari e andando anche in gol, in un'azione viziata però dalla posizione di fuorigioco.

Il pareggio maturato contro la Pistoiese non incrina il momento d'oro dell'Olbia, stabile al quarto posto in piena zona play-off. Nel turno domenicale contro il Pro Piacenza i sardi espugnano il Garilli grazie alle reti di Feola e Ogunseye, e ad una magia di Ragatzu, nonostante l'inferiorità numerica nel finale di gara in seguito all'espulsione di Maxime Leverbe. Il blucerchiato, schierato titolare alla prima apparizione in campionato, si disimpegna bene fino all'episodio che gli costa il secondo giallo, un intervento ingenuo su Messina che si lascia cadere in area: il successivo rigore, che potrebbe costare caro all'Olbia, viene invece sprecato malamente da Alessandro.

Nel Girone C, Antonio Palumbo si rende protagonista di una convincente prestazione nella vittoria del suo Trapani contro la Casertana. Andati in svantaggio al 3’ minuto, gli uomini di mister Calori nella ripresa riescono a pareggiare e, nei minuti di recupero, ribaltare il risultato con Reginaldo. Numerosi i palloni giocati dal centrocampista classe 1996, soprattutto nel secondo tempo, e proprio da una sua azione insistita al limite dell’area parte la palla che porta al pareggio di Minelli. Come tutta la squadra, è meno brillante invece nella sfida terminata a reti bianche contro la Paganese in settimana, riuscendo tuttavia a essere sempre pericoloso dalla bandierina con corner tagliati alla costante ricerca della palla buona per la testa di Pagliarulo.

In serie B momento non facile per l’Empoli che perde la seconda volta consecutiva, questa volta contro il lanciatissimo Avellino di Walter Novellino. Mister Vivarini concede un turno di riposo al talentuoso croato Lorenco Simic, pronto a riprendersi il posto da titolare nel prossimo impegno casalingo contro il Foggia. Nella massima Serie solo panchina anche per Federico Bonazzoli alla Spal. Nel pareggio dei ferraresi contro il Crotone, Semplici è costretto a sostituire l’infortunato Borriello al 29’ con Paloschi, precludendo l’ingresso in campo all’attaccante di Manerbio

Scendendo in serie D invece, il Savona di Jacopo Cioce impatta per 1-1 nella trasferta di Genova contro il Ligorna. I biancoblu non riescono a chiudere la partita nel loro momento migliore e subiscono il pareggio nella ripresa. Buona comunque la prestazione del centrocampista classe ’98 che continua il percorso di crescita giocando 65 minuti ad alto livello e dimostrando di poter meritare il posto da titolare.

All'estero, nella Seconda Divisione spagnola, arriva il primo successo per il Peralada, vittorioso per 2-0 sul Badalona. Come sempre finora, il doriano Bambo Diaby trova spazio per tutti i 90 minuti nella difesa a tre schierata dal tecnico Sala, che dimostra di avere grande fiducia nel giocatore di origini senegalesi.

Sempre fermi ai box Michele Rocca, alla Pro Vercelli, e Gabriele Rolando al Palermo. Per entrambi, tuttavia, le date del rientro sembrano vicine.