Bonazzoli: "In Primavera vedi che fai la differenza e ti senti quasi invincibile. Ho colpe anch'io, non le nascondo"

05.02.2019 18:03 di Diego Anelli   Vedi letture
© foto di Federico De Luca
Bonazzoli: "In Primavera vedi che fai la differenza e ti senti quasi invincibile. Ho colpe anch'io, non le nascondo"

Federico Bonazzoli ha commentato ai taccuini de La Gazzetta dello Sport le prime esperienze tra i professionisti. Difficoltà fisiologiche e qualche battuta d'arresto dopo lo straordinario rendimento nel campionato Primavera:

"E’ successo che quando sei nella Primavera e vedi che fai la differenza ti senti forte, quasi invincibile. Invece la realtà è un’altra e quando poi fai il grande salto e ti trovi contro giocatori che hanno 200 o 300 partite tra i professionisti la musica cambia. E perdi fiducia, anche perché sei molto giovane e non sai affrontare le difficoltà. Ho delle colpe anch’io e non le nascondo: se non giocavo è perché non lo meritavo. Però dico che quando scendi in campo senza continuità, quando fai solo degli spezzoni di gara e non senti la fiducia di chi ti sta attorno è ancora più dura. Ma ora ho capito che quelle sono esperienze che fanno bene".