Acquisto del Ferraris, Avv. Romei: "Ci stiamo pensando"

 di Paolo Bardetta  articolo letto 4343 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Acquisto del Ferraris, Avv. Romei: "Ci stiamo pensando"

L'Avvocato Antonio Romei, intervenuto ai microfoni di Telenord, ha fatto il punto della situazione legata allo stadio Luigi Ferraris, non negando la possibilità che si possa avviare un procedimento per il suo acquisto: 

"Sampdoria e Genoa hanno rilevato attraverso la costituzione di una società comune che si chiama Luigi Ferraris S.rl, la concessione che prima apparteneva a una società consortile e che si era aggiudicata la gara del comune. La concessione stessa scade nel 2022, nel rilevarla è stata firmata una lettera di intenti per poterla prorogare così da consentire un piano di investimenti molto molto importante. Ora è cambiata la giunta, abbiamo interlocutori diversi, c’è stato un primo incontro con l’amministrazione comunale che ci ha fatto presente quali erano le sue intenzioni e se volevamo proseguire in questo percorso oppure se potevano prendere in considerazione l’ipotesi di un acquisto dello stadio. È stato un primo colloquio. Ora ovviamente ci dobbiamo incontrare con il Genoa per capire se e come proseguire in questo percorso".

Sulle dichiarazioni del presidente Preziosi sul fatto che le due società dovrebbero avere due stadi diversi ha così risposto: ”Noi abbiamo con il Genoa una convivenza “forzata” nel senso che tutte e due le società giocano al Luigi Ferraris, quindi dobbiamo necessariamente cercare di renderlo uno stadio moderno. C’è un piano di investimenti da fare. La situazione manutentiva dello stadio non è certamente colpa né della Sampdoria né del Genoa, perché abbiamo preso la concessione da neanche un anno".

Sulla possibilità dunque di acquistare lo stadio Romei non ha chiuso totalmente le porte: “È un’ipotesi. Il comune ha dato la sua disponibilità e adesso responsabilmente dobbiamo valutare questa disponibilità e capire come precedere. Sicuramente l’acquisto poi non farà venir meno la necessità di interventi che sono necessari. Purtroppo lo stato manutentivo del Ferraris non è soddisfacente. Noi sappiamo che i tifosi purtroppo devono sopportare una situazione di disagio. Molti interventi che abbiamo fatto purtroppo non si vedono. Abbiamo fatto l’impianto di illuminazione, quello elettrico e abbiamo rifatto il terreno di gioco”.

L’Avv. Romei, nel corso del collegamento, ha poi analizzato la possibilità della costruzione di un nuovo stadio: “Lo stadio nuovo è sicuramente un’opzione. Non è un percorso però facilmente realizzabile. Noi per il momento abbiamo ritenuto, insieme al Genoa, di prendere la gestione del Ferraris, e adesso dobbiamo fare degli interventi. Queste scelte strategiche di un nuovo stadio molto più impegnative devono essere approfondite. Sicuramente la squadra che decide di fare il nuovo stadio e l’altra che tiene il Ferraris parte con un gap economico di non poco conto. Rifare uno stadio nuovo costa molto di più che rimodificare il Ferraris. Adesso c’è però un’esigenza diversa”.

Sul rinvio della partita tra Sampdoria e Roma ha così commentato: “Sono decisioni che vengono prese dalle autorità. C’era il desiderio di giocare. La squadra era carica, l’allenatore ancor di più. Era una partita molto importante. Volevamo affrontarla nel migliore dei modi. Ma è stata presa questa decisione. Ci siamo goduti i nostri giocatori a Bogliasco". 

Sul finire della lunga intervista, il braccio destro di Ferrero ha poi lanciato una sua scommessa personale: “Secondo me questo sarà l’anno di Praet”.