Sampdoria Primavera, Tufano: "Fieri della sampdorianità di questo gruppo. Ora viene il bello"

Le dichiarazioni di mister Felice Tufano al termine di Sampdoria-Inter, che ha sancito la qualificazione della formazione Primavera ai play-off scudetto
15.05.2022 17:11 di Lidia Vivaldi   vedi letture
Sampdoria Primavera, Tufano: "Fieri della sampdorianità di questo gruppo. Ora viene il bello"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

La Sampdoria di mister Felice Tufano ha centrato per il secondo anno consecutivo la qualificazione alla fase finale del campionato Primavera, conquistandosi la possibilità di competere per il titolo attraverso i play-off. Al termine della gara contro l'Inter il tecnico dei blucerchiati ha commentato in mixed zone il percorso dei suoi ragazzi:

"Abbiamo compiuto l'ennesimo miracolo sportivo, questi ragazzi sono da elogiare dal primo all'ultimo, è da elogiare tantissimo lo staff, Invernizzi che ci è stato sempre vicino e ha sofferto con noi. Sono da elogiare tutti quanti si sono avvicendati e non parlo solo dello staff tecnico ma anche dello staff dirigenziale, dei fisioterapisti, di tutti coloro che hanno collaborato: questo risultato così importante non era per nulla scontato, mi preme sottolinearlo. Non era facile, la cavalcata è stata entusiasmante. C'è stato un momento in cui sembrava che dovessimo crollare, invece abbiamo trovato la forza di rimetterci in gioco e nelle ultime sei partite non abbiamo più perso, andando a vincere a Firenze con personalità. Oggi è stata una gara equilibrata dove magari tutte e due le squadre potevano vincere, ma non dimentichiamo che giocavamo contro uno dei settori giovanili più forti d'Europa, con giocatori fortissimi e ben allenati, quindi la soddisfazione è ancora maggiore. Ora viene il bello, possiamo diventare la mina vagante. Dobbiamo recuperare forze ed energie, perché abbiamo speso tanto, abbiamo dieci giorni davanti e cercheremo di farlo nel migliore dei modi.

Sono molto contento perché per il secondo anno consecutivo raggiungiamo la fase finale, l'anno scorso come primi in classifica, quest'anno come sesti, ma vale lo stesso, ha la stessa importanza. Io non ho mai parlato di obiettivi ma è chiaro che per una società come la Sampdoria rimanere nel campionato Primavera1 è di primaria importanza, poi tutto quello che viene in più lo prendiamo. Io non metto mai limiti a niente perché non mi accontento mai, è il mio modo di essere e di trasmettere le motivazioni alla squadra. Meglio di così non poteva riuscirci. È un risultato importantissimo al pari di quello della passata stagione: l'anno scorso era arrivato dopo un percorso di tre anni, quest'anno è arrivato con tante belle sorprese e un miglioramento costante da parte dei ragazzi sotto tutti i punti di vista, sia collettivi che individuali.

Un'altra cosa di cui possiamo essere fieri è l'italianità di questo gruppo, la sampdorianità di questo gruppo. Abbiamo dato la possibilità a tanti ragazzi del 2004 e 2005, non dimentichiamo che nella parte iniziale abbiamo giocato con tre 2005 in campo e non credo che lo abbiano fatto in tanti in questo campionato. 

Questo risultato è strameritato, lo abbiamo voluto con tutte le nostre forze, abbiamo lottato, abbiamo lavorato tanto e per questo devo dire ai ragazzi non 'bravi', di più. Sono stati straordinari, encomiabili, hanno retto a tutte le intemperie e difficoltà che la stagione ci ha messo di fronte, e non sono state poche. Ringrazio tutti per il sostegno, ora andiamo avanti. Ci aspetta un'altra partita, speriamo siano due anzi tre, dove non abbiamo niente da perdere e andremo a giocarcela come abbiamo fatto in tutta la stagione mettendo in campo il nostro calcio e il nostro modo di essere".