ViSamp: giornata no per Farabegoli, bene Tessiore. Di Nardo in campo nel finale

13.12.2019 17:46 di Moreno Cavanna   Vedi letture
ViSamp: giornata no per Farabegoli, bene Tessiore. Di Nardo in campo nel finale

La Vis Pesaro stecca l’ultima del 2019 davanti al pubblico del Benelli cedendo il passo al Carpi dell’ex Riolfo per 0-1.  

Sfida ai limiti del proibitivo per l’undici di mister Simone Pavan, con gli emiliani reduci da 5 vittorie consecutive e lanciatissimi al secondo posto in classifica. Per l’occasione l’allenatore biancorosso schiera  fra i pali dal 1' il neo arrivato Christian Puggioni e rilancia Tessiore sull'out macino. 

A 4’ dal fischio d’inizio è la Vis a rendersi pericolosa: Voltan converge al centro e dopo aver saltato un paio di uomini calcia da lontanissimo, mandando il pallone di un pelo sopra la traversa. La reazione del Carpi non si fa attendere, con gli emiliani vicini al goal prima con una punizione defilata di Jelenic al 18’ ed un minuto più tardi con un cross dello stesso centrocampista sloveno che taglia tutta l’area di rigore impensierendo non poco la retroguardia marchigiana.

Il vantaggio del Carpi arriva al 40’ con un’azione spettacolare: sulla destra Rossoni, Maurizi e Jelenic trovano una triangolazione di prima intenzione che porta Simonetti al traversone; Maurizi è bravissimo a fiondarsi sul primo palo fra Farabegoli e Gianola e a trafiggere Puggioni di testa in tuffo. Prima del duplice fischio il Carpi sfiora il raddoppio con un mancino di Saric a lato di pochissimo.

Nella seconda frazione i padroni di casa sembrano partire con il piglio giusto, ma il tiro di Tessiore al 48’ dopo una bella azione personale finisce alto di poco. Con il passare dei minuti l’ardore della compagine marchigiana viene meno e gli ospiti legittimano il vantaggio sfiorando a più riprese il raddoppio. Le parate di Puggioni su Saric al 50’ e su Jelenic all’ 81’ tengono la Vis in partita ma al fischio finale il tabellino recita 0-1 in favore del Carpi

Dovesse continuare con questo ruolino di marcia, la situazione della compagine marchigiana, reduce da soli 4 punti nelle ultime 7 gare, potrebbe diventare veramente complicata. La compagine guidata da mister Pavan occupa ancora la 13. posizione in classifica, ma deve tenere d’occhio la zona playout a soli due punti di distanza dopo il pareggio dell’Arzignano con la Fermana.

Sono finora 10 le sconfitte stagionali, al pari del Ravenna 14° e del Rimini fanalino di coda. Solo i cugini del Fano hanno fatto peggio con 11 sconfitte. Nelle ultime due sfide del 2019 l’obiettivo sarà invertire tale tendenza, già a partire dal complicato match di domenica contro la Feralpisalò

Fra i blucerchiati in prestito partono da titolari Tommaso Farabegoli ed Andrea Tessiore. In campo all’80’ Antonio Di Nardo.

L’ex capitano della primavera blucerchiata vive una giornata storta. A prescindere dall’errato posizionamento in occasione del gol avversario, dove Maurizi si incunea alle sue spalle, il classe 1999 mostra qualche affanno sia in fase di copertura, sia in fase di impostazione e di pulizia dell’area. Prestazione opaca che certamente non influisce su quanto di buono mostrato durante questa prima parte di stagione, in cui il difensore romagnolo ha dimostrato di poter essere impiegato stabilmente da titolare. 

Preziosa la prestazione di Andrea Tessiore, il quale si fa trovare pronto sulla fascia sinistra e si mette in luce come elemento costantemente pericoloso per la retroguardia avversaria. Le occasioni migliori della Vis nascono dai piedi del 20enne di Pietra Ligure che con il passare delle giornate sta accumulando sempre più minutaggio e spazio a disposizione. 

Difficile giudicare l’operato di Antonio Di Nardo, il quale subentra all’81’ ad uno spento Grandolfo e riceve pochissimi palloni giocabili.

Panchina per Carlo Romei e Gomes Ricciulli. Ancora fermo ai box causa infortunio Axel Campeol.