Velazquez: "In Italia squadre giocavano chiuse. Ora è cambiato, basta ricordare Samp di Giampaolo"

06.04.2020 09:22 di Emanuele Massa   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Velazquez: "In Italia squadre giocavano chiuse. Ora è cambiato, basta ricordare Samp di Giampaolo"

Julio Velazquez, allenatore con un passato all'Udinese e ora sulla panchina del Vitoria Setubal, ha rilasciato un'intervista a Tribuna Expresso commentando tra le altre cose le differenze tra i vari campionati:

"Tutto sta cambiando - le sue parole tradotte da Sampdorianews.net - in Italia, prima, le squadre giocavano più chiuse, ma questo è cambiato, basta ricordare il Napoli con Sarri o la Sampdoria con Giampaolo o l'Inter con Spalletti ... O il Milan con Sacchi ... Penso che le cose stiano cambiando. Ci sono cose che sono più evidenti in alcuni campionati, ovviamente: il calcio italiano è molto tattico, non ci sono molti spazi, e rimane così.

Nel calcio inglese c'è molto ritmo, molte dinamiche, costanti andirivieni da un'area all'altra; nel calcio francese dipendi di più dal fisico; nel calcio spagnolo c'è più tecnica, più relazione con la palla; e nel calcio portoghese penso che abbiamo qualcosa di molto misto, molto globale, con molti duelli individuali, anche con il calcio tecnico. Ma poi tutto dipende da ogni squadra, ogni allenatore, i giocatori, il modello di gioco".

Velazquez già agli inizi della sua avventura in Italia aveva lodato il gioco di Giampaolo: VEDI