S. Inzaghi: "Gara molto difficile. Gabbiadini e Quagliarella osservati speciali"

17.01.2020 15:43 di Maurizio Marchisio   Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
S. Inzaghi: "Gara molto difficile. Gabbiadini e Quagliarella osservati speciali"

Simone Inzaghi e la Lazio cercano l'undicesima vittoria consecutiva fra le mura amiche. Il tecnico biancoceleste, nella consueta conferenza che precede la gara, ha parlato del match di domani contro la Sampdoria ​​​​​​.

"Onestamente abbiamo fatto un girone strepitoso, ma il nostro obiettivo è iniziare come abbiamo chiuso. Sappiamo di trovare avversari forti, che faranno di tutto per rendere il nostro cammino più difficile. Dobbiamo credere sempre di più in quello che stiamo proponendo, ragionando sempre da squadra. Se pensiamo da singolo, diventa tutto più difficile. - Riporta Tuttomercatoweb -

Dobbiamo pensare solo a continuare il nostro percorso. Le nostre avversarie potranno fare bene come abbiamo fatto noi. Ogni domenica il campionato italiano presenta delle insidie. Abbiamo bene in testa il nostro obiettivo, dopo diversi trofei vinti è il momento di entrare in zona Champions. Per quello sviluppato sul campo l'avremmo meritato prima, poi non è mai accaduto. Questo è il nostro obiettivo.

Correa ha fatto allenamento lunedì perché è un ragazzo molto generoso, voleva già esserci col Napoli e poi martedì con la Cremonese. Ma aveva ancora fastidio e con lo staff medico lo abbiamo fermato per tre giorni. Ha fatto solo esercizi in palestra e con i fisioterapisti e oggi cercheremo di prepararlo, vedremo come saranno le sue risposte. Abbiamo un ciclo di partite molto intenso, vogliamo solo guardare alla prossima con la Sampdoria, che è una gara molto difficile. Gli altri indisponibili: Marusic non è ancora pronto e Cataldi ha avuto un problema con la Cremonese e non ce l'avremo per quindici o venti giorni. Ha giocato tre partite di seguito anche se non era in grado, dobbiamo elogiarlo.

Io penso che Ciro Immobile martedì ci abbia dato una grande mano, è stato utile, ieri si è allenato tranquillamente. Nelle rotazioni davanti ci siamo trovati con qualche problema per l'influenza di Caicedo con la Cremonese. A Ciro ho chiesto un sacrificio particolare, ma ha risposto bene.

Acerbi e Radu diffidati in vista del derby? Non farò calcoli, li farò solo per la partita con la Sampdoria, che è una squadra solida, fisica e molto organizzata. Può ribaltare l'azione in ogni momento con quattro attaccanti molto bravi. Gabbiadini e Quagliarella saranno osservati speciali.

I quinti di centrocampo spendono tanta energia ma sanno che devono farlo. Non ci sarà Lulic domani, ci sarà Jony e siamo in buone mani. Ogni volta che è stato chiamato, ha dato sempre buone risposte".