Al seguito dei gemellati

 di Edoardo Figone  articolo letto 732 volte
© foto di Dario Fico/TuttoSalernitana.com
Al seguito dei gemellati

SERIE A

Hellas Verona - Riposo

Prossimo turno 8.a giornata Hellas Verona-Benevento, lunedì 16 ottobre.

SERIE B

Bari

Bari – Avellino 2-1

Torna alla vittoria il Bari di mister Grosso, in rimonta. Lo fa con una prestazione grintosa che mette in risalto la compatezza del gruppo, davanti ai sedicimila spettatori accorsi oggi al San Nicola. Accade tutto nel secondo tempo. Sono gli ospiti a passare in vantaggio. Al 20’ Kresic insacca dal limite dell’area sugli sviluppi di un batti e ribatti nell’area biancorossa. Lo svantaggio dà la scossa ai galletti: passano appena due minuti e Improta sfodera il gol della domenica, con un missile da fuori area mette il pallone nel sette. Lezzerini  si tuffa ma la sfera finisce in rete ed esplode l’Astronave. Passano altri  5 minuti e la rimonta è completata: cross in area di Galano respinto da D’Angelo, secondo l’arbitro però, il capitano irpino è intervenuto con il braccio e quindi comanda il calcio di rigore. Non mancheranno le polemiche a fine gara sull’episodio. Neanche le immagini televisive chiariscono del tutto l’accaduto, l’impressione però è che il pallone colpisca la spalla di D’Angelo e non il braccio. Sul dischetto si presenta Galano che spiazza il portiere: Bari in vantaggio. Nel finale il Bari potrebbe addirittura allungare, Nenè si ritrova a tu per tu con Lezzerini, ma l’attaccante calcia debole fra le braccia del portiere, divorandosi così il gol che poteva chiudere la partita. Segnali molto positivi per mister Grosso, dopo la beffarda sconfitta di Spezia il Bari torna a convincere e vincere.

Parma

Palermo – Parma 1-1

Compito tutt’altro che facile quello che aspettava i ducali in questa giornata. Reduci da un pareggio casalingo con la Salernitana, i crociati hanno sfoderato una buona prestazione in casa di una delle capolista nonché unica squadra ancora imbattuta in campionato. I padroni di casa partono subito forte e aggrediscono i difensori del Parma. La strategia paga e al 10’ minuto arriva il vantaggio rosanero. Dezi si fa soffiare il pallone sulla propria trequarti, palla a La Gumina che dal limite infila Frattali con un preciso tiro a giro sul secondo palo. Con il passare dei minuti però è il Parma a venire fuori, Calaiò va vicino al pareggio in un paio di occasioni, bravo su entrambe le conclusioni Pomini che salva i suoi con due ottimi interventi. Nel secondo tempo non cambia lo spartito, con il Parma che continua a rendersi pericoloso con i suoi solisti e al 71’ raggiunge il meritato pareggio con Gagliolo, bravo a spedire in porta di testa, sugli sviluppi di una punizione di Scozzarella. Dal pareggio sarà il Parma a tenere le redini del gioco, sfiorando il vantaggio in più occasioni. Al 92’ è solo il palo a negare la gioia del gol a Lucarelli, difensore centrale fresco di quarantesimo compleanno, che in rovesciata colpisce il montante; Gagliolo raccoglie la sfera e insacca, ma l’arbitro aveva fermato il gioco per un fallo.

Ternana

Cremonese – Ternana 3-3

Partita rocambolesca allo Zini di Cremona. Un pareggio giusto, frutto degli equilibri altalenanti che hanno caratterizzato la partita. Match giocato a viso aperto da entrambe le squadre, i ritmi sono alti per tutta la durata del match. Partono meglio i padroni di casa, da prima pericolosi con Paulinho. Trovano il vantaggio al 9’ con Piccolo, che realizza dal dischetto. Dopo il vantaggio, i grigiorossi allentano la presa e la Ternana si rende pericolosa in un paio di occasioni. Gli ultimi minuti del primo tempo sono per cuori forti, la Ternana confeziona un break da manuale e in 5 minuti mette a segno 3 reti. Partiamo con il gol del pareggio di Carretta: il numero 20 ternano al 42’ si invola verso la porta avversaria, passaggio illuminante di Tremolada che lo mette davanti al portiere, nulla da fare per Ravaglia. Passano 3 minuti e la Ternana si porta in vantaggio con Signorini, lesto ad anticipare la difesa avversaria su calcio d’angolo e a battere a rete di testa. I rossoverdi completano l’opera al 47’: Albadoro scappa via alla marcatura e di testa segna l’1 – 3 che chiude la prima frazione di gioco, Cremonese in bambola. Nella ripresa i padroni di casa partono meglio, Tesser butta nella mischia Scappini e Brighenti per dare più verve al reparto offensivo, a caccia del pareggio. Le scelte dell’allenatore grigiorosso sortiscono l’effetto sperato, al 70’ è proprio Scappini ad accorciare le distanze: bel gol dell’ex primavera Samp, abile a mettere la palla in porta in torsione. La Cremonese prende coraggio e si riversa in attacco, mettendo in difficoltà la retroguardia ospite, che al ’83 perde Signorini per doppia ammonizione. A due minuti dal ’90 arriva il meritato pareggio, Renzetti va via sulla sinistra, cross teso in mezzo all’area che trova Benjamin Mokulu a spedire la palla in rete con il corpo. Ternana che torna a casa con un solo punto e l’amaro in bocca, se il reparto offensivo ha convinto, la retroguardia merita l’insufficienza, incapace di gestire la pressione dell’avversario, il gol del pareggio ne è l’emblema.

LIGUE 1

Olympique de Marseille - Riposo

Prossimo turno domenica 15 ottobre ore 21.00: Strasburgo - Olympique Marsiglia

PRIMEIRA LIGA

Porto - Riposo

Prossimo turno: sabato 21 ottobre ore 21.30 Porto-Ferreira