“Una notte da 10”, Volpi: “Flachi poteva risolvere la partita da un momento all'altro"

31.05.2019 21:18 di Serena Timossi Twitter:    Vedi letture
Fonte: Dai nostri inviati all'evento
“Una notte da 10”, Volpi: “Flachi poteva risolvere la partita da un momento all'altro"
© foto di Sampdorianews.net

Tra i più acclamati dai tifosi blucerchiati presenti alla Sciorba per “Una notte da 10”, Sergio Volpi, che ha scritto pagine della storia blucerchiata guidandone il centrocampo dal 2002 al 2008.

“Flachi ci aiutati ad entrare nel mondo Sampdoria, era uno che nel momento del bisogno era sempre presente – ha dichiarato -. Qual era il segreto della squadra di allora? Volevamo raggiungere l'obiettivo subito, ci siamo riusciti, ma grazie al gruppo che era formato da ragazzi giovani insieme a gente più d'esperienza che conosceva la Serie B e aveva già vinto diversi campionati in cadetteria”.

Sul suo rapporto con Flachi e con gli ex compagni: “Francesco l'ho conosciuto quando eravamo a Bari insieme nel '96-'97, ci siamo tenuti in contatto e poi l'ho ritrovato qua e nel momento in cui ho avuto bisogno di una piccola cosa si è fatto in quattro e da lì è nata un'amicizia. Francesco era un giocatore che aveva delle qualità immense, che poteva risolvere la partita da un momento all'altro. Bisognava lasciarlo fare perché in campo ti risolveva la partita. E' bello rivedere i vecchi compagni, sono passati diversi anni”.

Allora alla Samp i giocatori restavano anche tanti anni, oggi sono di passaggio: “E' cambiato il calcio, sono cambiate tante cose e purtroppo ogni anno si devono vendere i giocatori per il bilancio, per poter salvare la squadra. Ai nostri tempi era tutto diverso, quando sapevi che in una società stavi bene ci rimanevi più che volentieri”.