Sampdoria MVP: Manuel De Luca si porta il pallone a casa. Il Cigno ha spiegato le ali

01.04.2024 23:14 di Emanuele Massa   vedi letture
Sampdoria MVP: Manuel De Luca si porta il pallone a casa. Il Cigno ha spiegato le ali
TUTTOmercatoWEB.com

Alzi la mano chi non abbia mai detto o pensato in questa stagione qualcosa di simile alla frase seguente: "Dove potremmo essere se avessimo un vero numero nove?". Non preoccupatevi, non è un'accusa e neanche una critica a qualche tifoso o addetto ai lavori, anche se qualche sassolino dalla scarpa ce lo si potrebbe togliere. No, tutti una volta abbiamo avuto un moto di delusione, e questo è un eufemismo, davanti a qualche gol sbagliato da Manuel De Luca.

Uno degli aspetti più romantici del calcio è che è capace di cambiare il destino di un giocatore in poche partite, e questo è quello che è accaduto a quel signore che questa sera si è portato a casa il pallone. Sempre investito di fiducia da Mister Pirlo e praticamente schierato sempre titolare, il bolzanino che già aveva fatto vedere la sua utilità come riferimento offensivo in termini di assiste e sponde per gli inserimenti dei compagni, nelle ultime partite ha mostrato di aver posto rimedio alla carenza che più di tutte gli veniva imputata, la confidenza con il gol.

In un primo tempo dove mostra un ottimo affiatamento con Verre, al 16' taglia benissimo dietro la difesa ternana e calcia verso Iannarilli con pallone respinto in angolo. Al 36' arriva la prima marcatura della serata, con il secondo rigore realizzato con freddezza dopo quello contro la Feralpisalò, un'altra qualità da aggiungere all'elenco. Nel finale di primo tempo ecco che sembrano riaffiorare i "fantasmi" del passato, quando davanti al portiere rossoverde spreca una favorevole occasione, sulla quale si era comunque fatto trovare pronto, calciando a lato.

Nella ripresa, dopo il pareggio della Ternana non si lascia prendere dallo sconforto, continua a lottare come un leone e trae enorme giovamento dai cambi di mister Pirlo che spostano la bilancia della partita decisamente verso i colori più belli del mondo. All'83' partecipa attivamente a quella che probabilmente è la più bella azione della stagione finora, tocchi tutti di prima con Stojanovic e Borini per portare poi lo sloveno alla rete del nuovo vantaggio.

Nel finale arriva il capolavoro, sempre in collaborazione con lo sloveno: prima su cross del numero 40 scaglia uno spettacolare destro di controbalzo che lascia Iannarilli pietrificato, per sigillare la sua tripletta con un colpo di testa sull'ultima azione della partita, un'azione iniziata con furbizia da Borini e rifinita ancora una volta da Stojanovic.

Sette gol nelle ultime sei partite, nove da inizio stagione che lo rendono capocannoniere della squadra oltre a diversi assist: non sappiamo dove potrà arrivare questo Doria, per ora ci godiamo questo splendido gruppo dopo mesi e anni difficili. Certo è che con questa squadra e i rientri di Pedrola ed Esposito, resta difficile trovare una squadra in questa Serie B con il potenziale offensivo dei ragazzi di Pirlo: quello che sembra chiaro è che a inizio partita là davanti troveremo sempre il nostro Cigno, il numero nove, Manuel De Luca.