SAMPDORIA MVP: Audero limita il passivo

20.09.2020 23:26 di Serena Timossi Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
SAMPDORIA MVP: Audero limita il passivo

Lo strapotere qualitativo della rosa juventina rispetto ad una Samp impoverita dalla cessione di Linetty e in attesa di rinforzi in grado di offrire maggiori soluzioni a mister Ranieri era evidente ben prima del fischio d'inizio.

La squadra blucerchiata all'Allianz Stadium ha difettato in intensità: solo con una prova più convinta, meno compassata e più aggressiva avrebbe potuto limitare il passivo e provare a riaprire la gara. Un atteggiamento che il tecnico doriano non ha gradito, come ha precisato in conferenza stampa.

Fino al 78', nonostante tutto, la Sampdoria era ancora in partita, ma la rete di Bonucci ha tagliato le gambe ad una squadra di per sé ancora fragile, vanificando l'ottimo lavoro svolto sino a quel momento dal portiere blucerchiato.

E' proprio Emil Audero il migliore in campo tra gli uomini di Ranieri: l'estremo difensore è incolpevole sulle tre reti subite (tre conclusioni imparabili), anzi appare reattivo sin dalle prime battute del match. Al 10' si oppone a Ronaldo chiudendo con buona scelta di tempo il primo palo, nella ripresa si mostra sicuro in uscita alta (normalmente il suo tallone d'Achille) e sul 2-0 per i padroni di casa compie un vero e proprio miracolo con una doppia parata su McKennie con salvataggio di piede sulla linea. Audero ha tenuto a galla la Samp finché ha potuto, ma non è stato supportato adeguatamente da una difesa spesso in affanno sulle fasce, con un Bereszynski in netta difficoltà che ha propiziato la rete di Bonucci con un intervento a vuoto.

La Samp resta un cantiere aperto, lavori in corso per scongiurare una partenza da incubo come quella della scorsa stagione. Occorrerà una prova di ben altra caratura contro la diretta concorrente Benevento.