SAMPDORIA GONFIA LA RETE - Senza olio, sale e pepe

21.01.2020 12:32 di Matteo Romano   Vedi letture
SAMPDORIA GONFIA LA RETE - Senza olio, sale e pepe

Dopo la scorpacciata dei cinque gol contro il Brescia, nell'incontro contro la Lazio la nostra squadra compie una prova incolore e abulica. L'attacco non resta all'asciutto soltanto per l'ininfluente rete di Karol Linetty, forse l'unico a salvarsi nella partita sciagurata di sabato pomeriggio.

La giornata si era aperta con la notizia negativa dell'esclusione forzata di Fabio Quagliarella, reduce dalla doppietta contro il Brescia, ma costretto al forfait per un problema muscolare.

Eppure l'avvio del match dell'Olimpico pareva dare conforto alle buone intenzioni dei blucerchiati. Pronti via e Linetty andava a concludere debolmente su un suggerimento in profondità di Gianluca Caprari. Dopo quest'azione comincia l'ininterrotto monologo biancoceleste, in un remake ancora più pesante della partita dell'andata.

Unici sprazzi di gioco offensivo una conclusione di Caprari verso la metà del primo tempo e naturalmente la rete di Linetty, ribattuta su un tiro di Manolo Gabbiadini. Proprio il secondo gol consecutivo del polacco è l'elemento notabile in positivo del match dei blucerchiati, a conforto di una condizione fisica ottimale per il centrocampista ex Lech Poznan.

I due attaccanti titolari hanno peccato sia in fase offensiva come in quella difensiva. Nelle azioni di attacco forse proprio l'ex Roma è parso più reattivo, almeno nella prima frazione, quando ha cercato di avviare la manovra e di lanciare in profondità Jakub Jankto e Linetty.

Nella fase di copertura entrambi non hanno inciso; le scorribande offensive dei laziali Lazzari e Jony così come la libertà di azione di Leiva e Luis Alberto sono anche (ma non soltanto, ndr) imputabili a un mancato appoggio difensivo delle due punte.

Da segnalare il rientro in campo di Federico Bonazzoli, una delle poche note liete della gestione Di Francesco e delle prime partite con Claudio Ranieri. Nel match di Roma l'ex Padova non ha potuto incidere sul risultato, ma il suo rientro può essere utile nell'offrire al mister situazioni offensive diversificate.

Nulla da salvare nella partita contro gli uomini di Simone Inzaghi. Voltare pagina e ripartire, con l'obiettivo di ripetere le prestazioni contro Milan e Brescia. A cominciare dalla partita con il Sassuolo, un altro "spareggio" per uscire dalle sabbie mobili della bassa classifica. Questa volta l'olio, il sale e il pepe dovranno essere gli ingredienti per cucinare l'avversario neroverde: non saranno più ammissibili battute a vuoto, e in questo confidiamo molto nella saggezza di mister Ranieri, che avrà il suo daffare nell'inculcare questo mantra a tutti i giocatori.