Nicolini: "Sampdoria si tiene a galla grazie a Candreva, Keita, Quagliarella"

11.05.2021 10:19 di Diego Anelli   Vedi letture
Nicolini: "Sampdoria si tiene a galla grazie a Candreva, Keita, Quagliarella"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Lorenzo Marucci

Enrico Nicolini ha analizzato la manita subita dalla Sampdoria a San Siro durante Liguria in A su Primocanale:

"Domenica pomeriggio mi sono sentito con il Mister e la mia prima frase è stata "ma lo avevate detto che lo Scudetto lo aveva vinto l'Inter? Perchè sembrava che lo Scudetto lo avesse vinto la Sampdoria". Tutti pensavamo che con l'Inter, con la pancia piena,  i festeggiamenti, qualche giocatore fuori come Lukaku, saremmo riusciti a portare a casa un risultato positivo, forse è stato questo il grande errore. Se l'Inter va in vantaggio sei rovinato, perchè sei poi costretto a concedergli campo e loro sono eccezionali negli spazi, li hanno sfruttati al meglio.

Ho sentito tanti commenti quando capitano sconfitte come queste, del tipo queste partite possono anche servire per valutare meglio l'allenatore, un fondo di verità ci può anche stare. Secondo me  serviranno però anche a valutare il reale valore della squadra. Abbiamo fatto diventare Damsgaard un gioiello da venti milioni e nelle ultime quattro - cinque partite ha fatto onestamente un po' poco, Verre lo vediamo sempre poco quando viene utilizzato. La Sampdoria si tiene a galla grazie a Candreva, Keita che - riporta Sampdorianews.net - ha fatto sei goal con i suoi difetti caratteriali, e al vecchio Quagliarella. In tre hanno fatto ventidue - ventitre goal. 

Se tutti i giocatori stanno al 70 - 80% è anche una buona squadra, c'è qualche individualità di spicco, ma la squadra deve essere a quella percentuale. Abbiamo visto tutti i limiti tecnici di Thorsby in una giornata con una condizione probabilmente mentale che non lo ha tenuto su. Silva era in ritardo a dare la palla e spesso ha perso il possesso. Il centrocampo della Sampdoria, se togliamo Candreva con cross, assist e goal, è molto povero dal punto di vista qualitativo. Se consideriamo Ekdal, Thorsby e Jankto, il quale si è riscoperto goleador quest'anno, c'è davvero poco di qualità".