"Insieme, con la Sampdoria" - Emanuele da Palermo: "A 10 anni il viaggio per Genova e la foto di Lombardo..."

13.06.2020 11:36 di Redazione Sampdoria News   Vedi letture
"Insieme, con la Sampdoria" - Emanuele da Palermo: "A 10 anni il viaggio per Genova e la foto di Lombardo..."

Insieme, con la Sampdoria è una delle iniziative lanciate da Sampdorianews.net per consentirti di raccontare la tua Sampdorianità, il tempo al Ferraris o in trasferta, alla tv al fianco della persona che ami, amici, familiari, conoscenti, colleghi, fratelli di sangue o di tifo. È tempo di condividere la nostra Sampdorianità, ridurre le distanze in qualsiasi parte del mondo ci troviamo per sentirci ancora più uniti.  Inviaci una tua foto, un vostro scatto blucerchiato a redazione@sampdorianews.net o alla pagina Facebook di Sampdorianews.net con un tuo contatto mail o telefonico, verrai ricontattato per un'intervista dedicata al vostro tifo, ai vostri valori, con ricordi, sensazioni, racconti ed emozioni da condividere con il mondo blucerchiato. La Sampdoria e i suoi tifosi restano una cosa sola.

Dopo le interessanti interviste a Lorenzo da Lumezzane (Brescia), Ugo da Savona, mamma Chiara, Giorgio nato a Palermo e trasferitosi al Nord, abbiamo avuto il piacere di intervistare Emanuele Maggio, tifoso blucerchiato residente a Palermo:

La prima volta allo stadio per la Sampdoria: in quale partita. Raccontaci ricordi, emozioni, episodi e con quali persone li hai condivisi. “La mia prima volta allo stadio è stata nella stagione 92-93, Samp-Parma 2-1 goal di Mancini su rigore e Lombardo di testa. Sono partito da Palermo con mio padre. Avevo 10 anni. E' stata una bella esperienza, anche perchè la Samp vinse giocando bene. Prima della partita ho mangiato in un ristorante vicino lo stadio e mi ricordo che una signora, a cui avevo raccontato la mia passione per la Samp, mi regalò la foto di Lombardo con l'autografo originale e ha portato bene perchè proprio Lombardo ha segnato il goal decisivo”. 

Cosa rappresenta la Sampdoria nella tua vita? “La Samp rappresenta tanto per me, sono sempre stato fedele anche in B e non perdo mai una partita in tv” 

Allo stadio dove segui i 90'? Raccontaci portafortuna, scaramanzie e dettagli che rendono particolare la tua partecipazione prima, durante e dopo la gara.  “Allo stadio a Genova vado in tribuna con il mio amico genovese e Sampdoriano  Alessandro Bonsignore, conosciuto nel 1998 in vacanza in Trentino e da allora ci sentiamo sempre per commentare i risultati della Samp. Scaramanzie.. beh ultimamente mi porto sempre una sciarpa che mi è stata regalata prima di Samp-Genoa 3-1 con Ferrara in panchina e goal decisivo di Icardi”. 

Casa - stadio, andata e ritorno. Cosa ti passa per la testa? Carattere ed emotività: tendi a tenerti tutto dentro, o fatichi a gestire ansia ed entusiasmo? “Fatico a gestire ansia ed entusiasmo e devo dire che le emozioni che si provano allo stadio sono di gran lunga superiori a quelle provate stando a casa a vedere la Samp in tv”. 

La tua tipica compagnia allo stadio e ovunque ti possa trovare: il vostro affiatamento, la bellezza del tifo, fianco a fianco. Perchè gioire e soffrire insieme per i colori più belli del mondo non ha prezzo...  “Le partite della Samp le vedo principalmente a casa in tv, spesso in compagnia di un altro tifoso Sampdoriano di Palermo, Vito Prinzivalli, con cui ogni tanto facciamo delle trasferte insieme. L'ultima è stata Juve - Samp dello scorso anno, moralmente finita 2-2. Una volta l'anno comunque vado allo stadio a Genova o in trasferta. Quest'anno ho visto Samp - Roma, l'esordio di Ranieri in panchina e la sera prima del match ho fatto le foto, insieme a mia figlia futura supporter della Samp, con i nostri giocatori, grazie alla disponibilità del Dott. Baldari che ha consentito il mio accesso nel ritiro”. 

Se dovessi descriverti come tifoso, quali parole useresti? “Sono un tifoso passionale e sempre ottimista”. 

Con il passare degli anni il tuo rapporto con la Sampdoria in un calcio sempre sempre più business tra spezzatini e paytv. “Con il passare degli anni il mio tifo per la Samp è sempre più aumentato”. 

La fede calcistica durante l'isolamento casalingo. Restando a casa come hai gestito la mancanza di Sampdoria sul terreno di gioco? “Durante la quarantena ho rivisto su youtube tutte le partite della Samp degli anni '80 e '90, bei tempi”. 

La più grande pazzia che hai compiuto per non perderti la Sampdoria.  “Beh, viaggiare almeno una volta l'anno da Palermo per vederla mi sembra già una pazzia”.