Depaoli: "Finalmente sono arrivato. Spero di migliorarmi giorno dopo giorno"

23.06.2019 16:43 di Emanuele Massa   Vedi letture
Depaoli: "Finalmente sono arrivato. Spero di migliorarmi giorno dopo giorno"

Il nuovo acquisto blucerchiato Fabrizio Depaoli ha rilasciato una lunga intervista di presentazione ai media ufficiali di U.C. SAMPDORIA, esprimendo tutta la sua soddisfazione per l'approdo in Liguria:

"Finalmente sono arrivato, mi hanno cercato fin da gennaio. Mi era un po' dispiaciuto non essere approdato già a gennaio, ma sono molto contento ed emozionato di essere qua. Ringrazio il Presidente Ferrero perché tutta questa fiducia non me l'aspettavo sia da parte sua che dall'Avvocato Romei, Carlo Osti e tutto lo staff. Posso dire solo grazie perché da gennaio fino a giugno ci sentivamo spesso per vedere come andava la situazione, sono molto contento e li ringrazio molto".

"Ho chiesto ad Audero perché abbiamo fatto il ritiro dell'U21 insieme - ha continuato Depaoli - mi ha parlato benissimo della società e di tutto lo staff, quindi mi ha convinto ancora di più. Non avevo bisogno di essere convinto, ma già sapere che c'era qualcuno che conoscevo ed è stato qua è stato un aiuto. Io ho iniziato nel mio paese a giocare a calcio, dall'età di 9 anni mi ha preso il Chievo, ho fatto tutta la trafila fino in Serie A, facevo la mezz'ala, poi mister Maran mi ha messo in un nuovo ruolo, mi ha visto terzino destro e da lì mi conoscete tutti come terzino".

"Il Chievo rappresenta tutta la mia vita - ha proseguito il terzino - sono partito da bambino, mi sono trasformato, da ragazzo sono diventato uomo. Devo tutto al Chievo per come mi ha fatto crescere, come uomo e calciatore, ma ora comincia la nuova avventura e sono molto determinato. Dalla Samp mi aspetto di crescere ancora sotto il profilo di gioco come calciatore, soprattutto anche come uomo, ho 22 anni è ancora lunga la strada. Mi aspetto che con l'arrivo del mister Di Francesco, che punta tanto sui giovani, riuscirò a migliorare le cose che non sono ancora al 100%, spero di migliorarmi giorno dopo giorno con i consigli del mister e della società".

"Di Marassi ricordo bellissime sensazioni quando entravo in campo, vedevo lo stadio pieno, la gente contenta di essere allo stadio, ogni volta che tornavo in pullmann dopo la partita pensavo che qui era veramente una piazza importante perché tutti credevano nella Samp, perciò sono state solo cose positive. Saluto tutti i tifosi della Gradinata Sud, con l'auspicio di arrivare più in alto possibile in classifica e di giocare bene".