Cagliari-Sampdoria, D'Aversa: "C'è rabbia da parte di tutti. Serve più cattiveria"

17.10.2021 16:06 di Matteo Rosagni Twitter:    vedi letture
Cagliari-Sampdoria, D'Aversa: "C'è rabbia da parte di tutti. Serve più cattiveria"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Tanta delusione, ma anche tanta lucidità e voglia di ripartire nelle parole di Roberto D'Aversa riportate da DAZN dopo la gara disputata dalla Sampdoria contro il Cagliari:

"La rabbia non c'è solo da parte mia, ma anche da tutti i ragazzi. Era troppo importante la partita, andava curata nel dettaglio, anche i tacchetti delle spalle. Invece siamo entrati in campo commettendo troppi errori, sbilanciando la partita su un risultato non meritato. Se si analizza tutta la partita, è questione di centimetri. Siccome la squadra si dedica quotidianamente al lavoro, credo che si debbano portare anche in campo. Oggi abbiamo commesso troppi errori. Il risultato poteva essere diverso, ma è demerito nostro perché ci sono alcuni aspetti da migliorare.

Abbiamo qualità davanti, però ci mancano le letture singole di alcuni calciatori, come nel primo gol. Serve più cattiveria. La differenza è stata fatta la determinazione con cui abbiamo fatto le cose. Non siamo partiti forte ed è responsabilità mia. Quando affrontiamo le big sappiamo di essere inferiori e curiamo anche la compattezza, invece oggi siamo ancora a recriminare su una partita persa per demerito nostro, abbiamo concesso troppo. Non sono un amante del possesso, oggi ne abbiamo avuto di più, ma l'importante è il risultato finale, se ci arriviamo col bel gioco o no non mi interessa. Quest'aspetto dobbiamo migliorarlo. Non ho ancora trasmesso questa caratteristica alla squadra.

La reazione c'è stata, mi aspetto che partissero in maniera diversa. Già dal primo contrasto il pallone deve scoppiare, deve esserci più cattiveria sportiva.

Oggi in fase offensiva dovevamo fare tatticamente la stessa partita fatta con l'Inter. Non si tratta di un aspetto tattico, sapevamo di dover lavorare sulle seconde palle. Oggi il centrocampo era a tre per non allungarsi. La differenza oggi l'ha fatta la cattiveria nel vincere i duelli. Bisognava partire con un piglio diverso. Il secondo gol nasce da una rimessa laterale su cui non abbiamo mantenuto le nostre posizioni. Poi possiamo stare a discutere di sistema tattico, di 4-4-2, di 4-2-3-1, ma non è il sistema tattico. Anche il Cagliari ha concesso qualcosa. Se noi commettiamo un errore gli altri ci fanno gol".