Bastrini: "Flachi giocatore fantastico. Volpi gran capitano"

06.03.2021 11:13 di Matteo Romano   Vedi letture
Bastrini: "Flachi giocatore fantastico. Volpi gran capitano"
TUTTOmercatoWEB.com

Alessandro Bastrini riuscì a imporsi come uno dei migliori prospetti delle giovanili blucerchiate verso la fine degli anni zero. Il difensore classe 1987, dopo le giovanili all’Inter e al Como, approdò nel 2005 nella Primavera della Sampdoria di Attilio Lombardo.

In quei mesi venne notato da Walter Novellino, che decise di promuoverlo in prima squadra, prima di farlo esordire nel corso del 2006 in Serie A e addirittura in Coppa Uefa. In seguito, l’attuale difensore del Monopoli rimase in blucerchiato all’inizio della gestione di Walter Mazzarri, fino al 2008, quando cominciarono una serie di trasferimenti in prestito o in comproprietà, sino al distacco nel 2012 con la cessione definitiva al Vicenza.

Ai microfoni di @tacalamarca, Bastrini ricorda il suo passato doriano:

“Il mio esordio fu bellissimo. Quando sei in campo non ci pensi nemmeno, in panchina c’era Novellino, con il quale ho instaurato un bellissimo rapporto e devo solo ringraziare per avermi lanciato. Poi arrivò Mazzarri, che proveniva dall’impresa di aver salvato la Reggina degli 11 punti di penalità. Ero sicuro che avrebbe fatto una grande carriera. Parliamo di un grande gestore che insegnava calcio, da lui ho imparato molto. Sono sicuro che ritornerà presto in panchina”.

Il duttile giocatore piemontese ricorda alcuni dei suoi compagni nella Sampdoria:

Cassano è stato assolutamente un fenomeno, mentre con Flachi già al mio primo allenamento riuscii a capire che era un giocatore fantastico. Noi giovani avevamo timore di toccare Cassano in allenamento, rischiavamo di prendere degli insulti, ma il rischio era minimo visto che era praticamente imprendibile. Palombo era quello che dispensava consigli ai più giovani, aveva sempre un sorriso per noi. Volpi parlava poco ma era un gran capitano ed un punto di riferimento, come del resto un altro sempre disponibile era Gennaro Delvecchio. La Samp è sempre nel mio cuore”.