ESCLUSIVA SN - CON IL ROSSO NON SI PASSA, Mirko Conte: "Non basta avere soltanto un nome per iniziare le partite già da 1-0"

Indimenticato baluardo difensivo blucerchiato. Adesso opinionista di spicco per Sampdorianews.net.
25.10.2011 22:00 di Mirko Conte  articolo letto 1814 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
ESCLUSIVA SN - CON IL ROSSO NON SI PASSA, Mirko Conte: "Non basta avere soltanto un nome per iniziare le partite già da 1-0"

Siamo alle solite, siamo qui di nuovo a commentare una partita senza infamia e senza lode. Rischiamo davvero di essere ripetitivi e io rischio davvero di diventare patetico facendo sempre discorsi riguardo alla paura di giocare a Marassi, riguardo alla personalità, al fatto di sentirsi uomini prima di essere giocatori, ma come non posso fare queste considerazioni?

Quando giocavo e le cose non andavano bene sentivo sempre dire: “Deve giocare quello, deve giocare quest’altro, Tizio non sta bene fisicamente, Caio non ha personalità ecc ecc”, ma mi chiedevo sempre come si potevano dare giudizi al riguardo, senza essere dentro alla situazione, senza sapere realmente cosa stava accadendo dentro lo spogliatoio, o come si affrontavano le situazioni difficili come in questo caso.

Per questo anch’io non sono in grado e non ritengo giusto valutare la situazione da un punto di vista tecnico, questo lo può fare solo l’allenatore che è a contatto con i giocatori tutti i giorni, sa quali sono le problematiche, sa quali possono essere le soluzioni per migliorare il tutto. Il ruolo dell’allenatore in questi casi non è facile, deve confrontarsi con venti e più teste con differenze caratteriali, tecniche e tanti altri aspetti che chi ha solo vissuto in uno spogliatoio può capire.

Quindi non voglio essere critico, o sputare giudizi negativi sopra ad una situazione che non conosco per niente ed è per questo che le mie considerazioni sono sempre legate al fattore umano, al fattore caratteriale, perché so quello che vuol dire giocare in questa squadra, non basta avere giocatori di spessore per la categoria, non basta avere soltanto un nome per iniziare le partite già da 1-0, ci vuole ben altro e mi spiace dirlo ma fino ad ora tutto questo non lo hanno dimostrato e quando capiranno che non è uno stop, o un dribbling che fa la differenza, si comincerà a vedere la luce in fondo a questo tunnel nel quale la squadra è entrata.