Palumbo in continua crescita, Bonazzoli titolare nell’ Under-21, Diaby puntuale in difesa

"A farsi le ossa" è la rubrica settimanale che vi tiene aggiornati sulle prestazioni dei giovani blucerchiati in prestito nelle serie minori.
15.11.2017 12:55 di Andrea Vazzoler   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Palumbo in continua crescita, Bonazzoli titolare nell’ Under-21, Diaby puntuale in difesa

In una settimana che ha visto le Nazionali giovanili europee impegnate nelle Qualificazioni ai rispettivi campionati continentali di categoria, anche alcuni dei blucerchiati in prestito hanno avuto la soddisfazione di rispondere alle chiamate dei propri selezionatori.

La Croazia ha chiuso questo doppio impegno settimanale con un buon pareggio a Salonicco 1-1 confermando il primo posto nel girone proprio in compagnia dei pari età greci. Lorenco Simic, ancora titolare per tutta la sfida, dimostra grande solidità e temperamento in una sfida tesa ed equilibrata tra le due capofila del gruppo; in diverse occasioni risulta puntuale nelle chiusure confermando che il leggero infortunio patito in allenamento a Empoli è ormai passato. Buona occasione anche per Federico Bonazzoli che, nell’amichevole contro la Russia Under 21 a Frosinone, viene schierato titolare in coppia con Cutrone. In un turbine di emozioni la sfida termina con un rocambolesco 3-2 per gli azzurrini che porta ottimismo per la crescita dei ragazzi del c.t. Gigi Di Biagio. Il giovane attaccante della Samp parte bene e mostra da subito una buona intesa con Cutrone e Verde; dai suoi piedi infatti partono alcune azioni pericolose, prove generali del primo vantaggio dell’Italia. Manifesta tuttavia poca lucidità quando potrebbe allungare il vantaggio azzurro sbagliando alcune chances nitide, come alla mezzora che, per due volte solo davanti a Leshcuck, tira a lato.

Continua invece ad avere grande risalto la Serie C e i tanti giovani in prestito in questa categoria. Nel Girone A, si accontenta di un buon punto in trasferta la Pistoiese di Giacomo Vrioni, ospite di una Viterbese ambiziosa ma in crisi di risultati. L'assetto tattico proposto da Indiani nel primo tempo non consente agli arancioni di essere adeguatamente pungenti in attacco, e la rete di Razzitti sembra indirizzare le sorti del match a favore dei padroni di casa. Nella ripresa, invece, il tecnico toscano rivede il modulo inserendo Vrioni come seconda punta e concedendo maggiore libertà a Surraco sulla trequarti, cambio che produce diverse occasioni da rete ed il definitivo pareggio di Ferrari. All'attaccante ex Primavera capita inoltre la palla-goal più nitida dell'incontro, un rinvio dal fondo mal controllato da Varutti, ma una volta in area si lascia ipnotizzare dal portiere in uscita, calciando troppo centralmente.

L’Arezzo, in una sfida a due facce e con un rigore sbagliato da capitan Moscardelli, non va oltre l’1-1 contro la Pro Piacenza. Dopo un buon primo tempo, i ragazzi di Pavanel calano vistosamente nella ripresa fino al pareggio di Belfasti e neanche l’ingresso di Antonio Di Nardo nel finale, riesce a portare i tre punti ai toscani. In campo al posto di Talarico tuttavia, il giovane blucerchiato prova a dare la scossa agli amaranto cercando il gol vittoria e per poco non gli riesce quando anticipa bene il portiere avversario con un colpo di testa che termina a lato di un soffio.    

Pareggio che sa di beffa invece, nel girone C, per il Trapani a Matera. Avanti di tre reti i ragazzi di Alessandro Calori vengono rimontati fino a subire il 3-3 finale. Un brusco calo di concentrazione dei siciliani che tuttavia non cambia il valore della prestazione del blucerchiato Antonio Palumbo. Il centrocampista campano infatti entra subito bene in partita quando, dopo un solo minuto di gioco, prova a sorprendere la difesa avversaria partendo palla al piede da centrocampo e scagliando un destro da fuori area che viene bloccato dal portiere. Si fa notare anche al 38’ quando su punizione confeziona l’assist dello 0-3 per Evacuo che di testa insacca. Alla mezz’ora del secondo tempo lascia il campo sul risultato di 2-3, protagonista comunque di un prova convincente che certifica il positivo percorso di maturazione.

Nella Seconda Divisione spagnola infine, arriva una boccata d'ossigeno per il Peralada, vittorioso per 1-0 sul Llagostera, diretta concorrente nella lotta salvezza. In un primo tempo piuttosto avaro di occasioni, sono le difese a mettersi in evidenza, con la coppia di centrali catalani formata da Montes e dal blucerchiato Bambo Diaby assoluta padrona del gioco aereo. Nella ripresa una maggiore vivacità nella manovra offensiva porta alla rete del Peralada, siglata da Joel con un sinistro potente.