Giornata no per Martinelli, Rolando mette minuti nelle gambe, ingresso e assist per Calò

"A farsi le ossa" è la rubrica settimanale che vi tiene aggiornati sulle prestazioni dei giovani blucerchiati in prestito nelle serie minori.
 di Lidia Vivaldi  articolo letto 1307 volte
© foto di Emanuele Taccardi/TuttoMatera.com
Giornata no per Martinelli, Rolando mette minuti nelle gambe, ingresso e assist per Calò

Con i campionati maggiori fermi per la sosta delle nazionali, sono pochi i giovani blucerchiati ad essere scesi in campo nel weekend. Esiguo il minutaggio anche per l'unico convocato in azzurro: Leonardo Capezzi si è infatti aggregato all'Under21 di Di Biagio, subentrando però soltanto nelle battute finali della gara contro l'Inghilterra.

Nella vittoriosa trasferta di Vicenza, l’unico blucerchiato del Latina a scendere in campo è Gabriele Rolando. Il centrocampista entra a venti minuti dal termine della gara rilevando Acosty in un momento in cui è importante badare al sodo e si comporta diligentemente, aiutando la squadra di Vivarini a conquistare tre punti fondamentali per la classifica.

La Ternana vive un pomeriggio di ordinaria follia: avanti di due gol si fa prima rimontare e poi superare dalla Salernitana per 4-2, anche a causa di un’ingenuità di Meccariello che si merita il cartellino rosso con i suoi avanti 2-0. Per Antonio Palumbo c’è solo la soddisfazione degli ultimi dieci minuti finali che tuttavia sfrutta bene entrando subito in partita presentandosi con un tiro da fuori che per poco non beffa Terracciano.

Anche Tra Spal e Brescia va di scena il festival del gol che vede i ferraresi  vincere in rimonta al termine di una sfida avvincente, con le Rondinelle che chiudono il match addirittura in nove per le espulsioni di Lancini e Martinelli. Proprio lo svizzero Alessandro Martinelli non gioca una delle sue migliori partite e, al di là del rosso nel finale, non riesce ad essere continuo nello spezzare la manovra degli avversari e a proporsi maggiormente in avanti.

Infine, in Lega Pro, il Pontedera ritrova finalmente la vittoria sul terreno del Lungobisenzio, dove batte il Prato in un derby caratterizzato da poche emozioni. Sblocca il risultato un colpo di testa di Santini alla mezz'ora del secondo tempo, su calcio d'angolo del doriano Giacomo Calò, subentrato appena pochi minuti prima.