Bonazzoli e Rocca in goal, Rolando uomo-assist

"A farsi le ossa" è la rubrica settimanale che vi tiene aggiornati sulle prestazioni dei giovani blucerchiati in prestito nelle serie minori.
28.03.2018 10:36 di Andrea Vazzoler  articolo letto 3605 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Bonazzoli e Rocca in goal, Rolando uomo-assist

Fermo il campionato di Serie A, Federico Bonazzoli si rende protagonista con la maglia dell’Under 20 di Guidi. Nel Torneo 8 Nazioni, l’attaccante blucerchiato, segna e mette lo zampino anche sul primo gol azzurro contro la Svizzera, che tuttavia non basta a evitare il 3-2 finale. Lanciato da Clemenza, il giovane di Manerbio è bravo a farsi trovare pronto facendosi atterrare dal portiere rossocrociato per il rigore del pareggio realizzato da Marchizza; al 37’ invece, è ancora Clemenza che, approfittando di un errore della difesa svizzera, lancia ancora il bomber doriano che, con un mancino violento a mezza altezza, non dà scampo a Racioppi.

In Serie B, ottima prestazione del genovese Gabriele Rolando nel 4-0 tra Palermo e Carpi. Attento nell’uno contro uno in mezzo al campo, il centrocampista blucerchiato, non disdegna proporsi anche in avanti indossando anche le vesti di uomo-assist e ricevendo ancora gli elogi di mister Tedino. In occasione del 3-0 infatti, parte dalla sinistra e mette in mezzo un pallone invitante che l’accorrente La Gulmina non può fare altro che buttare in porta. Con questa vittoria I rosanero si portano ad un solo punto dal Frosinone secondo e il giovane talento doriano sembra aver finalmente dimenticato i problemi fisici patiti nella’arco della stagione.

Nel girone A della Serie C ancora brutte notizie per l’Arezzo che, tornato al calcio giocato dopo il lungo stop forzato, si trova a subire una nuova penalizzazione di 6 punti in classifica per il ritardo nei pagamenti degli stipendi dell’anno precedente. Una situazione delicata per il club toscano che non agevola di certo la crescita dei giovani blucerchiati in prestito. Nel pareggio a reti bianche contro il Gavorrano gioca solo Antonio Di Nardo data l’assenza di Atila Varga in ritiro con la Nazionale Under 21. L’attaccante napoletano sostituisce capitan Moscardelli in avanti e si fa notare per qualche tiro pericoloso, senza però riuscire a influire sul risultato finale. A fare buona guardia alla porta dei maremmani ci pensa Wladimiro Falcone, che al 39' devia proprio a Di Nardo un sinistro destinato sotto la traversa, mentre nel secondo tempo si ripete sventando un insidioso tentativo di Foglia su pallonetto.

Troppo Siena per la Pistoiese, ospite al Franchi nel quarto derby toscano consecutivo per gli arancioni. Il campo evidenzia la differenza di valori tra le due squadre, costruite per inseguire obiettivi diversi: il Siena trova agevolmente la vittoria, grazie anche alla superiorità numerica per buona parte del match, e fa suoi tre punti fondamentali per non perdere la scia del Livorno primo in classifica. La Pistoiese incappa invece in una prestazione poco lucida, in cui manca l'apporto dell'attacco, finora tra i migliori del girone, con un Ferrari evanescente ed un Giacomo Vrioni capace di guadagnarsi il rigore poi sbagliato dal compagno di reparto, ma troppo indulgente in dribbling che privano di efficacia i suoi inserimenti.

Nel girone C il Trapani non si ferma più e si porta -4 dalla vetta regalandosi la possibilità di cullare il sogno della promozione diretta a fine stagione. Contro il Rende finisce 0-1 e Antonio Palumbo si pone, come al solito, come uno dei migliori dei suoi. Al 12’ è bravo De Brasi a coprire per due volte, prima su Polidori e poi su tiro da fuori di prima intenzione proprio del centrocampista doriano. Mentre al 18’ del secondo tempo, è ancora il giovane campano, che si proietta in avanti e arriva al tiro che finisce di poco fuori al termine di un’azione insistita della squadra di Calori.

Con una vittoria nel posticipo del turno infrasettimanale, ed un pareggio esterno contro il quotato Siracusa, la Reggina si rimette in marcia dopo due sconfitte che hanno riavvicinato gli amaranto alla zona retrocessione. Anche Cristian Hadziosmanovic appare in ripresa dopo alcune prove negative: nel 2-1 contro la Casertana mette le sue doti di corsa e fisicità al servizio della squadra, mentre nella trasferta del De Simone emerge maggiormente, e si dimostra prezioso soprattutto in fase difensiva, riuscendo a controllare senza problemi le incursioni di Liotti.

Nel gruppo B, finisce 1-1 la sfida tra Fermana e Feralpisalò. Dopo il buon punto raccolto a Padova, un altro pareggio che sa, invece, un po’ di amaro contro i marchigiani. Michele Rocca è il protagonista della sfida per i lombardi. Entra al 27’ e dopo pochi minuti segna il gol del vantaggio verdeazzurro: assist di tacco di Vitofrancesco, il giovane scuola Inter salta un uomo in area e insacca alle spalle di Ginestra. A inizio ripresa arriva il pareggio della Fermana e neanche l’entrata di Andrés Ponce al 71’ cambia il risultato finale. Solo un punto per i leoni che nelle prossime partite dovranno sbagliare il meno possibile se vorranno mantenere la zona playoff fino al termine del campionato.

In Serie D, brutta sconfitta 4-0 per il Ligorna di Jacopo Cioce contro la Lavagnese. Il centrocampista blucerchiato, in campo titolare, può fare ben poco in una giornata dove va tutto storto e dove tutta la squadra di Monteforte fa un passo indietro dopo la soddisfacente vittoria contro il Montecatini.

Grande gioia, invece, per il Francavilla FC vittorioso per 3-2 nel derby lucano contro il Potenza, al termine di 90 minuti pieni di emozioni. Il blucerchiato Michele Ragone risponde all'ennesima chiamata di Lazic con precisione e affidabilità in difesa, e non disdegna qualche incursione in avanti, entrando anche nell'azione dell'1-0 di Marino con un bel suggerimento sulla trequarti per Acosta.

Infine, nel girone B della Seconda Divisione spagnola, il Peralada coglie la quarta vittoria in cinque gare, a dimostrazione che il cambio di guida tecnica operato in gennaio ha restituito smalto alla formazione catalana. L'1-0 esterno contro i diretti avversari dell'Atletico Saguntino, deciso nel finale dalla rete di Bueno, vede come sempre Bambo Diaby dirigere con affidabilità e autorevolezza il reparto arretrato degli Champaneros.