ESCLUSIVA SN - Drago presenta Belec: "Coraggio, fisico e grande dedizione al lavoro. Può migliorare nel possesso palla"

01.02.2018 20:43 di Diego Anelli   Vedi letture
ESCLUSIVA SN - Drago presenta Belec: "Coraggio, fisico e grande dedizione al lavoro. Può migliorare nel possesso palla"

Nel rush finale di mercato l'unico movimento in entrata in ottica prima squadra ha riguardato il ruolo di dodicesimo. Partito Christian Puggioni direzione Benevento, ecco dai giallorossi arrivare con la formula del prestito Vid Belec. Sampdorianews.net ha avuto il piacere di intervistare Massimo Drago, con il quale ha condiviso l'esperienza di Crotone, per conoscere al meglio le caratteristiche dell'estremo difensore sloveno:

Mister, quali sono i ricordi di Belec durante le stagioni trascorse in Calabria? “Ai tempi del Crotone era molto giovane, poco più che ventenne, ma fin da subito aveva messo in risalto la sua grande dedizione al lavoro, sempre molto scrupoloso, con costante voglia di migliorarsi. Con il passare degli anni è riuscito a fare una buona carriera, anche in virtù di importanti qualità morali oltre che tecniche. Nonostante la giovane età giocò parecchie partite quando sono subentrato a Crotone. Tutti i ragazzi possono vivere un periodo di appannamento, ma si tratta di un portiere che trasmette affidabilità”.

I punti di forza e i lati nei quali può crescere nel presente e in prospettiva. “La sua forza è la fisicità, per un portiere è un elemento molto importante. Non va però sottovalutato un altro aspetto; fin da ragazzo ha sempre evidenziato un grande coraggio, non ha paura delle uscite e non esita un attimo nell'assumersi responsabilità. Può migliorare dal punto di vista del possesso palla, ormai il calcio moderno richiede anche agli estremi difensori una buona capacità nel giocare di piede. A mio parere ha ulteriori margini di miglioramento in prospettiva, arriva in un grande club come la Sampdoria con alle spalle di un portiere di spessore come Viviano, in questi mesi avrà l'occasione per proseguire il processo di crescita”.

Ritiene pertanto azzeccata la scelta compiuta dal club doriano. “Può essere il portiere giusto come dodicesimo, si tratta di un profilo affidabile, si farà trovare pronto ogni qual volta dovesse presentarsi la possibilità di scendere in campo. A prescindere dal minutaggio in campo che dipende anche da eventuali indisponibilità di Viviano, Belec potrà meritarsi la conferma in occasione di ogni allenamento nel corso delle settimane, nei quali emergeranno senz'altro la sua serietà e la dedizione al lavoro che lo contraddistinguono. La valutazione del suo lavoro non riguarda esclusivamente il possibile impiego in gare ufficiali”.

RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE WWW.SAMPDORIANEWS.NET