Sampdoria, D'Aversa: "Toro più bravo a sfruttare occasioni, c'è rammarico"

15.01.2022 17:38 di Lidia Vivaldi   vedi letture
Sampdoria, D'Aversa: "Toro più bravo a sfruttare occasioni, c'è rammarico"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Al termine della gara contro il Torino mister Roberto D'Aversa è intervenuto ai microfoni di DAZN per commentare la prestazione della Sampdoria:

"Per cercare di portare a casa un risultato positivo contro il Torino bisogna andare in campo con la determinazione giusta. Peccato perché credo che sia all'inizio del primo tempo che all'inizio del secondo tempo abbiamo fatto meglio, ma stiamo discutendo di un risultato negativo. Loro sono stati più bravi a prendere campo e a sfruttare le occasioni, anche se le palle gol più clamorose della partita sono state quelle di Thorsby e Quagliarella che potevano dare un risultato diverso. Merito al Torino."

Qual è stata l'occasione più eclatante? "Credo entrambe, inoltre se analizziamo i gol subiti abbiamo concesso con troppa facilità i cross, pur sapendo le loro qualità e che spesso utilizzano le due ampiezze per andare al cross e per andare a chiudere il secondo palo. C'è rammarico perché nella situazione del primo gol Thorsby aveva appena subito l'infortunio e forse ha influito nella valutazione di quella palla su cui è stato più bravo Singo, ma è inutile recriminare, bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare per uscire da questa zona pericolante. Abbiamo avuto tre partite in casa per allontanarci ancora di più ma non siamo stati bravi a sfruttarle."

Quanto ha influito l'infortunio di Thorsby? Dalla panchina gli avete chiesto se se la sentiva di continuare a ricevere palle alte. "Poi abbiamo cambiato, perché è giusto anche saper variare le situazioni. Il rammarico è che il gol preso è stato su un rinvio nostro con un'incomprensione tra Gabbiadini e Askildsen. Thorsby è un generoso e credo che per l'infortunio che ha avuto ha anche fatto un'ottima gara."

Su Rincon: "Sicuramente a livello fisico è pronto anche se non ha giocato tantissimo, il ritmo gara lo si ha quando si gioca con più frequenza ma sicuramente è ben allenato, sappiamo che le squadre di Juric sono ben allenate a livello fisico. C'è rammarico per non aver potuto utilizzare Ekdal, e per aver avuto Quagliarella solo per 20 minuti avendo il problema al polpaccio. In un momento di difficoltà numerica non avere il supporto totale degli altri giocatori può influire sul risultato finale."

Ora la Coppa Italia con la Juve, poi la sfida con lo Spezia. Quale la preoccupa di più? "Innanzitutto dobbiamo fare delle valutazioni domani: anche Ferrari ha giocato non al meglio delle condizioni. Dobbiamo cercare di mandare in campo 11 per l'impegno di Coppa Italia e poi sicuramente bisogna ragionare sul derby contro lo Spezia che diventa una partita molto importante per il prosieguo del campionato".