Sampdoria, D'Aversa: "Paura non deve farci da padrona, ora ricompattarci"

15.01.2022 18:11 di Lidia Vivaldi   vedi letture
Sampdoria, D'Aversa: "Paura non deve farci da padrona, ora ricompattarci"
TUTTOmercatoWEB.com

Nella conferenza stampa al termine della gara tra Sampdoria e Torino il tecnico Roberto D'Aversa ha analizzato i diversi aspetti della sfida contro i granata.

Si aspettava qualcosa di più? "Siamo rimasti in partita. Oltre all'occasione di Quagliarella avevamo avuto l'opportunità di passare in vantaggio con Thorsby. Mi aspettavo qualcosa di più perchè nel momento in cui siamo passati in vantaggio, partendo meglio rispetto al Torino nel primo e nel secondo tempo, non siamo stati bravi a preservare il risultato. Se analizziamo le situazioni dei due gol, abbiamo concesso troppo semplicemente più il cross che la conclusione."

Domenica c'è lo Spezia. Come si fa a restare lucidi per non essere risucchiati? "La paura non deve assolutamente farci da padrona. Abbiamo avuto tre possibilità in casa con Venezia, Cagliari e oggi di allontanarci da una posizione pericolante. Non siamo stati bravi perchè abbiamo subito tre rimonte. Con il Venezia abbiamo pareggiato, con il Cagliari e oggi con il Torino abbiamo perso. Quello che dobbiamo fare è ricompattarci e trovare quello spirito battagliero per cercare di portare a casa un risultato positivo."

Ha parlato di rimonte subite, è mancato l'atteggiamento? "La differenza la fa la voglia e la determinazione di portare a casa il risultato a tutti i costi. Nel secondo gol Lukic poteva essere accorciato e magari costretto fuori, sapevamo che partita avrebbe fatto il Torino a livello fisico. Bisogna avere un po' più di cattiveria per cercare di evitare gol ed essere più determinati quando c'è l'occasione per segnare. Nelle partite la voglia e la determinazione fanno la differenza. Possiamo recriminare sugli assenti e sulla condizione fisica, ma non ne usciamo."

Una valurazione sul mercato? "Più che ragionare sul mercato, dopo la partita mi piace ragionare su quello che non si è fatto oggi e su quello spirito battagliero che bisogna ritrovare per portare a casa punti. Siamo passati in vantaggio, quindi siamo stati in difetto nella gestione della gara dove gli altri invece hanno dimostrato più malizia. Sotto questo punto di vista noi non possiamo venir meno, specialmente se si gioca in casa. Il risultato negativo è solo responsabilità nostra."

Trova che sia mancata la reazione dopo l'1-2? "Credo che il Torino sia una squadra che difficilmente ti faccia giocare. Nel secondo tempo abbiamo avuto un'occasione clamorosa con Thorsby e poi con Quagliarella. Se avessero finalizzato parleremmo di un risultato e di un atteggiamento diverso. Sicuramente dobbiamo migliorare sotto certi aspetti."

Thorsby sottotono per l'infortunio? "Dopo il gol subito si è avvicinato dicendomi che non vedeva molto bene ma non si è capito se dovuto alla fasciatura che era troppo stretta o al colpo. Nel secondo tempo è rimasto in campo perchè si sentiva di stare in campo. E' un giocatore che se ha un problema che lo può condizionare lo dice, se è rimasto in campo è perchè era in condizione di poter giocare."

Solo due vittorie interne e tante rimonte subite. Se lo spiega il motivo? "Nelle ultime tre gare abbiamo subito tre rimonte. Abbiamo avuto delle difficoltà, c'erano le occasioni per allontanarci dalla zona pericolante non ci siamo riusciti. Le valutazioni vanno fatte con il massimo equilibrio ragionando anche sul fatto che per portare a casa un risultato positivo devi anche avere la possibilità, nel momento in cui ci sono giocatori con delle problematiche - mi riferisco a Ferrari che ha giocato sin dall'inizio con un problema al flessore - di trovare dei sostituti per cercare di preservare il risultato."

Ekdal non ce la faceva proprio a giocare? "No. Molto probabilmente ho sbagliato a portarlo in panchina. Non era in condizione di poter giocare."

Si aspetta qualcosa di più dal mercato? "Il mercato di gennaio è particolare. Quello che mi auguro è che arrivano giocatori pronti per dare un contributo a questa squadra".