Ranieri in conferenza: "Non siamo stati rabbiosi. I derby si caricano da soli"

08.12.2019 20:50 di Matteo Romano   Vedi letture
Ranieri in conferenza: "Non siamo stati rabbiosi. I derby si caricano da soli"

Al termine della deludente prestazione della Sampdoria contro il Parma, Claudio Ranieri ha analizzato le ragioni di una sconfitta pesante nell’ottica della classifica:

“Abbiamo impiegato mezz'ora prima di iniziare a giocare anche se abbiamo lasciato qualche calcio d'angolo agli avversari e qualche contropiede. Purtroppo ci siamo fatti sorprendere proprio su un corner. Gli ultimi quindici minuti mi sono piaciuti, la ripresa abbiamo creato di più. Purtroppo è un momento così. Una squadra che non è abituata a ricoprire questa posizione e nella piena lotta deve essere rabbiosa a non prendere gol. Da quando sono arrivato abbiamo fatto così, stasera no. Non siamo stati rabbiosi nella prima parte del match. È vero che eravamo concentrati però abbiamo regalato trenta minuti al Parma".

Una sconfitta che sembra trovare una parziale spiegazione nell’harakiri di Cagliari:

“Come ho detto ai ragazzi, abbiamo sbagliato gli ultimi quindici minuti con il Cagliari per la troppa voglia di segnare e non abbiamo avuto la serenità di capire che il 3-3 poteva andar bene. Per cui stasera ho detto di stare concentrati e determinati cercando le punte più rapidamente. Dobbiamo ricalarci nei panni della squadra che sta lottando con le unghie e con i denti nella squadra per non retrocedere –  afferma il tecnico romano – Dobbiamo salvarci con le unghie e con i denti. Poi mettiamo in campo la qualità”.

Sui singoli Leris e Thorsby: “Ho visto Gaston Ramirez che non era nelle sue solite giornate e per allargare il gioco e avere i cross l'unico giocatore a disposizione era Leris. A Thorsby non si può rimproverare nulla. Quello che ha te lo dà. Non sarà molto per voi ma per me è tantissimo”.

Sul derby del prossimo turno: “I derby si caricano da soli. Girando per la città, sia noi che i nostri cugini, saranno caricati dalla gente. Dovremo fare una gara gagliarda, volitiva e piena di motivazioni”.

Altra nota stonata l’errore dal dischetto di Quagliarella:

“E' la nuova regola. Il rigore respinto se la prende il difensore che è entrato prima, si ripete. Altrimenti si annulla.Quagliarella? Non è un giovane. Sta assaporando l'esperienza. Sarà tranquillo e avrà voglia di far bene nel derby”.